Attualità Novità Tecnica auto Training

Da MultiAir a TwinAir – Terza parte parte

Lettura stimata: 6 minuti

Attuatore TwinAir

Direttamente sopra il coperchio punterie, il modulo UniAir integra i due attuatori elettroidraulici responsabili della fasatura e dell’alzata variabile delle valvole.

Attuatori elettroidraulici modulo UniAir, ubicazione

Logiche di funzionamento:

Come anticipato nella parte relativa alla spiegazione del sistema MultiAir, lo scopo del sistema è quello di

 svincolare il moto dell’asse a camme dal profilo di alzata delle camme stesse, al fine di gestire l’aspirazione non più attraverso la farfalla, bensì attraverso l’apertura controllata delle valvole di aspirazione. Naturalmente il tutto coordinato sulla base dei segnali ricevuti dalla centralina motore: pedale acceleratore, temperatura motore, condizioni di marcia del veicolo etc…

 Smontaggio/montaggio:

Qualora si dovesse sostituire il modulo UniAir è necessario, dopo averlo montato, un preriempimento di olio da effettuarsi mediante oliatore, caricando all’interno del modulo un quantitativo pari a 80 ml dal foro di rabbocco mostrato. Da notare che, per aggiungere l’olio, si deve abbassare con un piccolo giravite la sferetta presente in questo foro, al fine di rendere possibile la caduta dell’olio all’interno del modulo.

Tappo rabbocco olio modulo UniAir, avvitato

 

Taratura, registrazione e controlli:

In fase di sostituzione del modulo UniAir, e quindi delle elettrovalvole in esso contenute, deve essere lanciata, mediante strumentazione di diagnosi che supporti la funzione, la procedura di apprendimento del modulo UniAir. Tale apprendimento è eseguibile in centralina motore sotto la voce “apprendimenti” o “codifiche”.

Sul componente si possono effettuare i seguenti controlli delle caratteristiche elettriche e di funzionamento:

  • tensione di alimentazione;
  • tensione portante comando;
  • comando impartito da centralina.

Le misurazioni sono eseguibili attraverso l’uso del multimetro e dell’oscilloscopio.

Condizioni di recovery:

Innanzitutto, se si tenta l’avviamento del motore con una delle due elettrovalvole scollegate, il motore si avvia ugualmente girando con un solo cilindro. Chiaramente la risposta del motore è molto più lenta e molto più lunghi sono i tempi necessari a far salire i giri.

Connettore:

Attuatori elettroidraulici modulo UniAir, pin-out

In tabella viene mostrato il pin-out del connettore relativamente alle due elettrovalvole di gestione, chiamate “A” e “B”.

Porzione di schema:

Schema elettrico parziale attuatori UniAir

Condizioni di misura 1

A connettore scollegato e quadro acceso si devono trovare, lato cablaggio, i seguenti valori in volt.

 

 

Pin 1: 10,97V

 

Pin 2: -11,70V

A connettore scollegato sul pin 1 di alimentazione troviamo un valore pari a 10,97V, proveniente da centralina motore. Tale valore corrisponde ad una tensione di alimentazione, ma non si tratta di una classica alimentazione continua a 12V, bensì di una tensione di tipo pulsante, come mostrato poco avanti mediante oscilloscopio.

Sul pin 2 invece troviamo una massa, misurata ponendo il riferimento al positivo (-11,70V misurato).

 

Condizioni di misura 2

Pin 1: 8,00V

A connettore collegato invece, sia il pin 1 che il pin 2 assumono il valore di circa 8V.

 

Condizioni di misura 3

Pin 1-2: 1,1 Ω a 15 °C

Il valore di resistenza di avvolgimento di ciascuna elettrovalvola UniAir è all’incirca di 1 ohm.

 

Controllo emissione del comando:

Per mezzo dell’oscilloscopio, è possibile fare luce sui valori “particolari” di tensione menzionate poco fa. Mostriamo subito in che modo il comando di tipo ON/OFF viene impartito dalla centralina motore alle elettrovalvole UniAir.

 

Condizioni di misura 4

Attuatore UniAir, motore al minimo, pin 2, comando

Come appare dalla schermata dell’oscilloscopio relativa al comando da centralina, l’attivazione dell’elettrovalvola UniAir è di tipo ON/OFF, ovvero il pin del comando, che si trova ad una tensione di portante di 8V, nel momento in cui la centralina decide di far aprire le valvole di aspirazione viene posto a massa.

Attuatore UniAir, motore al minimo, pin 2, comando

Per quanto invece attiene al pin 1, esso riceve un’alimentazione di tipo pulsante.

Attuatore UniAir, motore al minimo, pin 1, alimentazione

È bene però chiarire meglio di che tipo di alimentazione si tratti.

Si è visto che l’elettrovalvola UniAir viene comandata mettendo a massa una tensione continua di 8V.

Per avere un quadro completo del tipo di comando che l’elettrovalvola riceve, è bene campionare mediante oscilloscopio entrambe le tracce: pin 1 e pin 2, ed osservare più da vicino cosa avviene sul pin 1 di alimentazione nel momento in cui si ha il comando.

Nell’oscillogramma che mostriamo si vede un singolo comando adeguatamente “zoomato”: in tal modo è possibile mostrare che l’alimentazione pulsante, di cui sopra, si presenta solo in corrispondenza del comando.

Pin 1 e 2, connettore collegato, alimentazione e comando

 

È interessante anche il comando che la centralina motore impartisce nel momento in cui vengano rilevate le condizioni sufficienti per operare la strategia di alzata “multilift”, di cui argomentato precedentemente.

Da notare la doppia attivazione dell’elettrovalvola UniAir, corrispondente a due alzate sequenziali delle valvole di aspirazione durante lo stesso ciclo di aspirazione (e quindi a due iniezioni aria/miscela in camera di combustione).

Pin 2, connettore collegato, strategia multilift

 

Codice ricambio OE:

Non è possibile sostituire la singola elettrovalvola del modulo UniAir, in quanto quest’ultimo viene fornito a ricambio come componente unico, il cui codice OE è 55236146.

Codici guasto atuatori UniAir