Diagnosi auto Non categorizzato Tecnica auto

Sistema Valvetronic BMW: parte seconda

Lettura stimata: 3 minuti

La precisione della meccanica del sistema è affidata, nei motori N46, al controllo della centralina motore DME, che attiva l’attuatore elettrico e monitora costantemente il funzionamento del sistema in base al sensore di posizione dell’albero a eccentrico, dotato di due rilevatori di posizione angolare indipendenti: i rilevatori non sono altro che due potenziometri aventi curve caratteristiche contrapposte per motivi di sicurezza i cui segnali vengono trasmessi in forma digitale alla centralina, la quale verifica se siano plausibili singolarmente e reciprocamente.

Quindi la DME controlla costantemente se la posizione effettiva dell’albero a eccentrico corrisponde a quella nominale in base ai segnali provenienti dai due potenziometri: se dovessero essere fuori dall’intervallo di misura, ciò permetterebbe alla centralina di individuare un guasto elettrico al sensore di posizione o un difetto meccanico del sistema.
In uno dei due casi, la centralina adotta delle strategie di emergenza: l’albero a eccentrico viene portato nella posizione di massima apertura delle valvole, in maniera tale da gestire la regolazione dell’alimentazione di aria direttamente attraverso la valvola a farfalla.

Sezione Valvetronic

Nel sofisticato sistema Valvetronic una problematica che si potrebbe presentare è la rottura dell’attuatore elettrico di regolazione dell’albero ad eccentrico; il codice guasto rilevato a seguito di un indagine diagnostica è il seguente:
Codice “2A67”: Errore Stadio Finale.
Vediamo quindi come procedere alla sostituzione del motorino di regolazione.
Per non danneggiare le dentature dell’attuatore elettrico e della ruota dentata dell’albero ad eccentrico, ruotare l’albero dell’attuatore in senso orario e contemporaneamente estrarre il motorino dopo averlo svitato dai due dadi di fissaggio situati all’interno della testata cilindri; in caso di difficoltà nello smontaggio, ruotare con cautela l’albero del motorino di regolazione con una pinza adeguata senza danneggiare la ruota dell’albero ad eccentrico.
Una volta smontato, sostituire la guarnizione di tenuta per la testata cilindri e rimontare il motorino di regolazione con il connettore elettrico orientato verso l’alto, ruotando l’albero in senso antiorario e contemporaneamente introducendo il motorino nella testata cilindri fino a portarlo a contatto con il ponte cuscinetti.
È importante sottolineare che dopo ogni riparazione riguardante il comando alzata delle valvole, al successivo riavvio la centralina motore va ad eseguire una procedura di adattamento: essa consiste nel portare lentamente l’albero ad eccentrico ai limiti estremi di regolazione meccanica, in maniera tale da memorizzare le posizioni così raggiunte ed impiegarle come base per il calcolo della corsa della valvola in qualsiasi situazione di esercizio. Comunque, nel momento in cui se ne abbia la necessità esiste la possibilità di eseguire il processo di adattamento anche tramite uno strumento di diagnosi che supporti la funzione.

4 commenti
    • Massimiliano
      Massimiliano dice:

      Grazie dei complimenti!
      Per qualsiasi suggerimento o approfondimento siamo a vostra disposizione.
      Continua a seguirci!

      Rispondi
  1. tonino
    tonino dice:

    Salve.problema c3 Picasso1.4gpl il.motore gira a 4 al minimo.tutto ok.spengo motore e riavvio va a 3 cilindri .mancata accensione cilindro 4 premesso compressioni ok.accensione bobina ok iniezione benzina al 4 ok. azzero errore ritorna nella normalita fino allo spegnimento .riavvio e torna a 3 cilindri. .accetto aiuto tecnico grazie

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve Tonino, grazie per averci scritto. Ti consigliamo di affidarti a un tecnico di fiducia che possa valutare il problema di persona utilizzando strumenti diagnostici appropriati. Un saluto dalla Redazione Riparando 🙂

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *