Non categorizzato

Reset Spia DPF

Lettura stimata: 5 minuti
Reset Spia Dpf

Reset Spia DPF: In questo articolo ci occuperemo di una problematica comune alle vetture equipaggiate con filtro antiparticolato gruppo FIAT.

L’anomalia consiste nel constatare che,  pur avendo effettuato una manutenzione a regola d’arte, dopo pochi chilometri viene visualizzata una indicazione di olio degradato. Oppure un avvertimento di controllo olio con l’accensione della spia della pressione olio motore (visibile in figura 1) in modalità lampeggiante. A seconda del tipo di quadro strumenti. Pur avendo utilizzato l’olio prescritto dal costruttore o equivalente, nelle quantità corrette.

Reset Spia DPF

Figura 1 – Spia insufficiente pressione olio

Figura 2 – indicazione service e livello olio

Reset Spia DPF: Principio di funzionamento

Il problema non è legato al tipo di olio, ma al sistema di gestione della qualità dell’olio, cioè dalla centralina di controllo motore che, nei motori dotati di filtro antiparticolato si occupa della gestione delle strategie di rigenerazione e della qualità dell’olio motore. Pertanto deve essere opportunamente informata dell’avvenuta sostituzione dell’olio.

Scopri I Motivi Del Degrado Dell’Olio

Vediamo dunque i motivi per cui quest’ultimo è suscettibile di un degrado più o meno rapido.

Occorre dire innanzitutto che i veicoli equipaggiati con i filtri antiparticolato utilizzano degli oli diversi da quelli per motore multijet tradizionale. Anche le tipologie di filtro stesso sono diverse, anche se hanno, ovviamente, entrambe la funzione di trattare il particolato che sia accumula al loro interno e si possono suddividere in due grandi categorie:

  • quelli che utilizzano un additivo (tipicamente quelli delle motorizzazioni del gruppo PSA) e
  • quelli che non utilizzano tale additivo, come quelli sviluppati da FIAT, Volkswagen, ecc.

In un motore multijet di tipo tradizionale, alle pre-iniezioni (che hanno principalmente lo scopo di rendere meno “rumoroso” il funzionamento del motore) e all’iniezione principale (che sviluppa la “potenza” di trazione) si affiancano delle post iniezioni (una o più di una).

Le post iniezioni hanno il compito di innalzare la temperatura del gruppo catalizzatore-DPF fornendo gasolio che brucia in questa zona dello scarico.

Sistemi Di Controllo  Diretto Della Qualità Dell’Olio

Purtroppo questo gasolio iniettato, in parte trafila attraverso le pareti del cilindro e finisce nella coppa dell’olio. Ci si può chiedere se esistano, su questa seconda tipologia di filtro, dei sistemi di controllo diretto della qualità dell’olio. Sensori che ci avvertano del decadimento delle caratteristiche dell’olio stesso. Per le vetture oggetto del presente articolo, questa non viene controllata attraverso un sensore specifico ma indirettamente, conteggiando il numero delle rigenerazioni avvenute.

Quindi, anche se la maggior parte dei veicoli, compresi quelli equipaggiati con filtri antiparticolato, ha degli intervalli di manutenzione fissati con cadenza a 30000 km, può accadere che venga raggiunto anzitempo il limite ritenuto pericoloso per la qualità dell’olio. Tale cioè da mettere a repentaglio l’integrità del motore a seconda del numero di rigenerazioni effettuate.

Nei veicoli dotati di filtro antiparticolato non è sufficiente azzerare l’indicazione del service effettuato.

In genere è rappresentato da una chiave o con pittogramma equivalente, ad esempio del tipo rappresentato in figura 2.

Ma è necessario provvedere a informare anche la centralina controllo motore dell’avvenuta sostituzione dell’olio. Questo perché, in caso contrario, continuerebbe a incrementare il numero delle rigenerazioni effettuate come se l’olio non fosse stato sostituito. Superando quindi il numero ritenuto pericoloso di rigenerazioni (eccessiva diluizione dell’olio), anche se nella realtà l’olio è perfettamente efficiente.

Soluzione del problema Reset Spia DPF

Sulla base di quanto detto in precedenza, in presenza di una segnalazione di degrado olio motore e con spia pressione accesa in modalità lampeggiante, è necessario procedere ad alcuni controlli. Primo fra tutti quello del livello dell’olio in quanto, una presenza eccessiva di gasolio, farebbe aumentare il livello nella coppa. Questo deve rimanere (in mancanza di altre indicazioni) all’incirca 2 millimetri sotto il livello massimo.

Nel caso in cui venga sostituito l’olio motore è necessario:

  • Azzerare il service sul quadro strumenti.
  • Entrare in centralina controllo motore o in una voce specifica nella finestra del menu principale. Solitamente sotto la voce attivazioni oppure con un termine equivalente a seconda dello strumento utilizzato, che permetta di registrare l’avvenuta sostituzione dell’olio motore.
  • Accertarsi che nella memoria guasti non siano presenti errori e che non vi siano più spie accese.

E’ doveroso comunque precisare che alcuni costruttori prevedono dei sensori specifici nella coppa motore per analizzare la qualità dell’olio, basati principalmente sulle proprietà dielettriche dell’olio stesso.

Hai ulteriori domande sul Reset Spia DPF?

Lascia un commento all’autore dell’articolo

2 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *