Diagnosi auto Perizie

Noie al cambio M32 gruppo Fiat

Il cambio meccanico M32 di Fiat Group è una trasmissione a sei rapporti più retromarcia, progettata per l’installazione su molte vetture a trazione anteriore e motore trasversale del gruppo stesso; la coppia massima trasmissibile è di 320 Nm, da qui la sigla che identifica il cambio stesso.

Il cambio è a rinvio fisso (cascata di ingranaggi), ed è composto da tre alberi, uno primario e due secondari (superiore ed inferiore). La marce sono tutte sincronizzate (anche la retro), per un peso totale di 47 kg circa.

Gli alberi sono supportati ciascuno da due cuscinetti a rulli conici, ed è proprio uno di questi che è soggetto a possibili rotture.

La problematica descritta è stata riscontrata su Fiat Grande Punto Abarth, equipaggiata per l’appunto con questo cambio.

Il guasto si è manifestato gradualmente attraverso la generazione di un “fischio” proveniente dalla zona centrale della vettura, in prossimità del cambio, che si udiva in partenza con il primo rapporto innestato, maggiormente con accelerazioni di una certa entità. Lo stesso sibilo veniva avvertito anche in quinta marcia.

Inizialmente il rumore è stato appena percettibile, attribuendone la causa ad un problema di lubrificazione errata o insufficiente; si è così cercata una possibile soluzione nel sostituire il lubrificante originale con un olio per trasmissioni ad alta efficienza che potesse colmare questo gap prestazionale.

In prima battuta, il cambio olio è parso essere risolutore, ma dopo circa due mesi il problema si è ripresentato, più evidente di prima: il rumore è divenuto più marcato e accompagnato inoltre da un movimento eccessivo della leva del cambio durante le accelerazioni. A questo punto si è proceduto con la rimozione del cambio.

La problematica è stata causata dal cedimento della gabbia interna del cuscinetto di testa dell’albero primario che trova alloggio nella scatola cambio:

Albero primario e i due alberi secondari

La rottura della gabbia interna ha provocato quindi il disallineamento dell’albero, con il suo conseguente fuori asse; entrambe le anomalie meccaniche risultano evidenti nell’immagine che segue:

Particolare cuscinetto usurato

È così spiegato il verificarsi del lasco eccessivo della leva delle marce, e l’emissione del fastidioso sibilo.

L’unica soluzione al problema è consistita nella sostituzione del cuscinetto, che tra l’altro è fornito modificato: ciò con buona probabilità è indicativo di una diffettologia nota.

Rispetto al pezzo cambiato, il nuovo componente viene ora realizzato con una gabbia in teflon:

 

Cuscinetto nuovo con gabbia rulli in teflon

 

 

Sono stati inoltre sostituiti anche il cuscinetto dalla parte opposta del primario e quelli di testa dei due secondari, i cui cuscinetti opposti sono stati invece solo lavati e puliti. L’ingranaggio montato prossimo al cuscinetto cambiato presentava delle bave e delle lucidature dovute al disallineamento, ma non danni strutturali e per questo non è stato oggetto di sostituzione o revisione.

Inoltre la frizione mostrava dei consumi anomali localizzati solo su una parte del materiale di attrito e con segni evidenti di strisciamento circonferenziale anche sul piatto di spinta, dovuti sempre al disassamento del primario.

 

Disco frizione

Piatto spigidisco

 

 

Per cui, oltre che per ragioni pratiche di manutenzione, anche la frizione ed il volano sono stati sostituiti integralmente.

28 commenti
      • Redazione
        Redazione dice:

        Salve Claudio,
        per quanto riguarda i singoli cuscinetti interni al cambio e tutta la relativa componentistica, la invitiamo a far riferimento ad un distributore di parti di ricambio.
        Saluti dalla Redazione

        Rispondi
  1. Nomad 2008
    Nomad 2008 dice:

    Vorrei sapere a quale chilometraggio ha iniziato a presentarsi il difetto avendo lo stesso cambio montato su un Alfa Romeo 159 del 2008 con motore 1,9 JTDM da 150 cv.
    Grazie

    Rispondi
  2. matteo81
    matteo81 dice:

    Ciao daniele purtroppo ho lo stesso problema..la macchina ha 104.000 km sono stato alla fiat ma caso strano non passano il danno ..neanche qualcosina..non sembra una cosa assurda visto che parliamo di difetto?(veramente un azienda seria)grazie matteo

    Rispondi
  3. vtb_sergio
    vtb_sergio dice:

    Astra 1.7 cambio M32
    ad oggi 130mila km ancora nulla.
    Possibile che essendo del 2014 il cambio sia stato aggiornato/modificato?

    Rispondi
    • Caius Citiriga
      Caius Citiriga dice:

      E’ esatto. I cambi sfigatelli andavano fino al 2014 sulle Astra. Io ho una Astra H GTC 1.7 TDI 123BHP. A 130.000 Km si sentiva già un ronzio in 3a e 4a. Che con il tempo è aumentato, ora che vorrei rimappare ho paura di perdere il cambio per strada hahahah

      Rispondi
  4. undertherain
    undertherain dice:

    Io ho una Adam S che monta questo cambio, nuova, 1 anno di vita ma già dal primo giorno cambio schifezza con leva che si impunta che è una bellezza, soprattutto sulla terza marcia.
    Ad olio cambio migliora un poco ma si impunta comunque, davvero un cambio vergognoso per la versione sportiva della mia auto (tra l’altro le versioni non sportive non lo montano).
    n piccolo miglioramento si è avuto sostituendo l’olio del cambio con del Prorace GEAR OIL MAX POWER AUTO 75W90 100% SYNT, ma proprio piccolo.
    Qualche consiglio?
    Potrei dire qualcosa al tagliando?
    HELP…

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve e grazie per la tua testimonianza. Ti consigliamo di segnalare l’anomalia al tecnico che eseguirà il tagliando e di chiedere la possibilità di verificare tramite il VIN (ovvero numero di telaio) presso Casa madre la presenza di richiami inerenti il cambio.
      Un saluto dalla Redazione 🙂

      Rispondi
  5. Daniele
    Daniele dice:

    Io ho un 1.4 Tjet 150 cv con la terza marcia in accellerazione o in rilascio alcune volte vibra la leva delle marce. E fra 35km/h e 45 km/h si sente un rumore sia i accellerazione che in rilascio tipo (tu tu tu) come se ci fosse un sasso sotto le ruote protrebbe essere sempre quel cuscinetto l’auto a 152000km

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve Daniele, dalla descrizione del problema non è possibile identificare con precisione quale sia il componente difettoso. Ti consigliamo perciò di recarti presso un’officina dove un tecnico possa eseguire una diagnosi accurata e un eventuale smontaggio del cambio per verificare lo stato dei singoli componenti. Un saluto dalla Redazione 🙂

      Rispondi
  6. Massimo
    Massimo dice:

    Salve io ho una Opel Astra j 1.7 cdti 110 cv del 2010 avendo lo stesso problema ho pensato di prendere un cambio rigenerato dopo il montaggio provando la macchina con il mio meccanico abbiamo percepito un ronzio in tutte le marcie a 2200 giri cosa può essere?

    Rispondi
  7. Michele Petit Bon
    Michele Petit Bon dice:

    Buongiorno, vorrei avere conferma se il cambio in questione è installato anche su Opel Mokka modello GPL, Ve lo chiedo perché visionando altri siti/blog viene dichiarato ciò.
    Nello specifico ho riscontrato problemi con il cambio e nell’officina cui mi sono recato hanno sostituito, seguendo indicazioni della casa madre la frizione e volano.
    Il problema è che ritirata l’auto per una settimana tutto ok poi le marce non entrano e quando entrano si bloccano.
    L’officina ha verificato ulteriormente le registrazioni delle leve del cambio ma il problema persiste.
    Volevo inoltre chiedere se è possibile ricevere una partecipazione delle spese da parte della casa madre visto che a quanto sembra sono a conoscenza del problema.
    Vi ringrazio anticipatamente per l’eventuale risposta.
    Buona giornata

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Buongiorno a lei e grazie per il suo commento. Il cambio M32 ci risulta equipaggiato con il motore 1,4 Turbo, in abbinata al 4X4. Se il problema sulla vettura persiste, il consiglio dei nostri tecnici è quello di verificare lo stato dei cuscinetti. Per quanto riguardo la sostenibilità parziale dei costi da parte di Opel, non possiamo darle una risposta certa in quanto spesso ciò riguarda gli accordi che le officine prendono singolarmente con casa madre o in base al responso degli ispettori. Un cordiale saluto e continui a seguirci.

      Rispondi
  8. Marco
    Marco dice:

    Salve anch’io ho una Opel mokka 1,4 turbo, 4X4, premetto che anche se ritirata nel maggio 2015 ha solo circa 40.000 Km. Tutto funziona bene ed il cambio è perfetto, la mia guida è molto tranquilla, non sforzo il cambio e mantengo sempre velocità moderate. Ho sentito del problema al cambio e in occasione del tagliando annuale fatto sempre regolarmente ho chiesto al capo officina del problema al M32, egli mi ha risposto che non si è mai presentato su Mokka ma su modelli precedenti con stesso motore A14Net. E’ veritiero quanto mi è stato detto… Grazie.

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve Marco e grazie del commento. Per un controllo certo, una delle strade da percorrere è quella – come già
      suggerito in un post precedente – di verificare, tramite il numero di telaio della sua vettura, la presenza di eventuali richiami inerenti il cambio presso un’officina autorizzata Opel oppure, fornendo il codice del cambio montato sull’auto a un distributore di ricambi, verificare le caratteristiche di quel cuscinetto specifico che – come può leggere nell’articolo – è stato modificato opportunamente e quindi ha un codice ben preciso. Un cordiale saluto

      Rispondi
  9. Gianni
    Gianni dice:

    Ciao a tutti,
    scrivo dalla Germania, ad inizio 2015, con tanta gioia, ho acquistato una Lancia Delta 844, usata e con unico proprietario, con motore 1.4 turbo Multiaiar, immatricolata a febbraio 2011.
    Scrivo con tanta gioia perchè nei primi tempi tutto è andato bene, poi purtroppo sono cominciati dei problemi.
    Prima di Natale ho notato una macchia d´olio sotto il motore, guardando con attenzione ho capito che era olio del cambio. Si è staccato un pezzo laterale della scatola cambio, si vede
    l´alloggio dell´asse del cambio. Il cambio funziona, non fà nessun rumore, chiaramente l`auto è ferma perchè ha perso l´olio. Ho parlato con alcuni conoscenti meccanici, nessuno ha mai visto ho sentito di un simile problema. Ho cercato in internet un problema simile ad oggi non ho trovato nulla al riguardo. Il cambio della mia Lancia è il C635, spero che qualcuno possa darmi delle notizie su questo problema.
    Nel frattempo, dopo tante ricerche, ho trovato in Polonia un cambio usato di una Fiat Bravo2 con lo stesso motore, Fiat Bravo 2 e Lancia Delta 3 sono gemelle.
    Distinti saluti.
    Gianni

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve Gianni e innanzi tutto grazie per il tuo commento. Considerato il tipo di cambio, che ha una carcassa fusa e completamente chiusa, il guasto che ci descrivi, per i nostri tecnici, dovrebbe essere riferito alla rottura della cuffia del semiasse. Questa cuffia, infatti, può determinare fuoriuscite di lubrificante. Le cuffie si possono rompere per usura (si induriscono nel tempo, ad esempio, e si spaccano) o per errori di montaggio. Per il cambio C635 non ci risultano problematiche note di questo genere. Né esistono richiami ufficiali da parte del costruttore. Se invece la rottura non riguarda la cuffia, data anche l’assenza di casistiche particolari, i nostri tecnici ipotizzano che il cambio si sia danneggiato in seguito a degli urti ricevuti dalla vettura nel sottocoppa. Questi possibili urti potrebbero aver lesionato la carcassa che, progressivamente, si è poi spaccata. Un cordiale saluto

      Rispondi
  10. Stefano
    Stefano dice:

    Grande punto abarth… Ha iniziato a darmi noie da 70mila km con la quinta che ballava e la quarta che ogni tanto saltava… Arrivato a 100 mila la quarta ormai non si innesta più e la quinta balla di più…. Mi toccherà piangere dal meccanico….

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve Stefano, grazie per la tua condivisione. Comprendiamo la tua preoccupazione, ma l’intervento descritto nell’articolo risolve con successo il difetto. Naturalmente la riparazione non è di normale routine e pertanto di una rilevante entità economica ma – di solito – non ha un costo poi così elevato. Un cordiale saluto e continua a seguirci

      Rispondi
  11. Massimo
    Massimo dice:

    Salve io possiedo una Giulietta 120 CV GPL del 2017, il cambio e’ il medesimo? Hanno aggiornato i cuscinetti in produzione? Visto che vorrei rifare frizione e volano mi conviene cambiarli a prescindere visti i 100k dell’auto?
    Grazie

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve Massimo, il cambio della tua Giulietta è l’M32 di cui si parla nell’articolo. Non lavoriamo con banche dati ricambi, ma il cuscinetto in questione ci risulta essere modificato a partire da Settembre 2019. Per avere maggiori certezze puoi consultare il tuo ricambista di fiducia, che potrà darti informazioni dettagliate in merito. Un cordiale saluto

      Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve Francesco, grazie del quesito che ci poni. In generale, la risposta è affermativa in quanto, per gli anni che hai indicato, i cambi previsti per la Grande Punto e la EVO sono l’M32 e l’M20, trasmissioni praticamente uguali ma che si differenziano per la massima coppia trasmissibile. Per maggior precisione, però, occorrerebbe sapere anche il tipo di motore (benzina oppure diesel, e se diesel a seconda anche delle cilindrate). Un cordiale saluto

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *