Tutorial

Cambio Getrag 6DCT250: Quando il service frizione diventa manutenzione ordinaria

Lettura stimata: 6 minuti

Negli ultimi anni si è assistito a una diffusione importante e repentina della tipologia a doppia frizione a discapito di altre tipologie di trasmissioni automatiche, come quelle con convertitore di coppia, manuali automatizzate, o a variazione continua. Ciò è avvenuto per motivi eterogenei. Uno su tutti:

Unire il comfort di una trasmissione automatica con i vantaggi della trasmissione manuale

La caratteristica che rende questa tipologia di trasmissione così prestazionale è dovuta al fatto che il cambio di rapporto avviene in tempi molto bassi, considerando il cambio costituito da due sotto-trasmissioni: una per i rapporti dispari e una per i rapporti pari.

Il moto a ognuna delle sotto-trasmissioni viene portato da due alberi di ingresso di tipo “coassiale” inseriti uno dentro l’altro

  • Un albero permette di realizzare i rapporti dispari (1,3,5) con una frizione chiamata K1.
  • L’altro albero i rapporti pari più la retromarcia (2,4,6 e R) con una frizione chiamata K2.

Service Cambio Getrag 6DCT250 Riparando

Con questa struttura, quando è innestato un rapporto, la gestione elettronica del cambio farà in modo di inserire anche il rapporto obiettivo previsto, tenendo in considerazione diversi parametri quali: velocità veicolo, posizione pedale acceleratore, coppia e regime motore, così da permettere il cambio rapporto semplicemente andando ad agire su quale delle frizioni stia portando il moto:

  • K1 marcia dispari,
  • K2 marcia pari o retromarcia.

Esempio: cosa avviene in fase di accelerazione

Se ci troviamo in fase di accelerazione in 3° marcia, il cambio innesterà anche la 4 marcia, senza che questa sia direttamente connessa alle ruote, per il fatto che la frizione K2, che gestisce le marce pari, rimane disimpegnata.

E cosa avviene in fase di decelerazione

Se, invece, ci troviamo in fase di decelerazione in 3° marcia, il cambio opterà come rapporto obiettivo la 2 marcia.

In un nostro recente approfondimento si era trattato della immissione sul mercato di un cambio Getrag a doppia frizione con un campo di applicabilità abbastanza ampio. Per approfondire segui il link in calce all’articolo.

Tutte le identità del Cambio 6DCT250

Ricordiamo solo che il cambio con sigla 6DCT250, equipaggia vetture:

  • Smart con il nome commerciale Twinamic
  • Ford “benzina” con il nome commerciale Powershift
  • Renault “diesel” e “benzina” con il nome commerciale DC4

Nel mercato esistono diverse tipologia di trasmissione a doppia frizione, con nomi commerciali diversi

Come ad esempio: DSG, TCT, DDCT.

Caratteristiche del cambio Getrag

Ma il cambio Getrag oggetto di questo approfondimento si differenzia da essi in quanto l’attuazione delle frizioni e la selezione/innesto rapporti è di tipo elettromeccanica. Infatti sfrutta 4 motorini brushless.

Cambio Getrag 6DCT250 - Motorini attuatori Frizioni Riparando

Complessivo Centralina TCM - Riparando

Vista connettore centralina di comando cambio TCM - Riparando

L’innesto dei rapporti viene effettuato per mezzo di due tamburi innesto marcia;

  1. Il primo lavora solo per la selezione dei rapporti dispari e
  2. Il secondo solo per la selezione dei rapporti pari.

L’innesto viene garantito dalla presenza di opportune scanalature ricavate dal corpo dei tamburi di innesto marcia che vanno ad azionare le forcelle di selezione.

CAMBIO 6DCT250 - Meccanica interna - Riparando

Nella trattazione faremo riferimento al cambio DC4 che equipaggia la Renault Scenic III X-Mod nelle versioni motorizzati con i propulsori 1.5 dCi della serie K9K.

Questa particolare trasmissione non prevede service olio, in quanto le frizioni lavorano a secco.

In base allo stile di guida o alla tipologia di strade percorse (circuito urbano, extraurbano o autostradale), l’usura delle frizioni può verificarsi in un range di km solitamente compreso tra 120.000 km e 180.000 km.

Problematica segnalata: usura delle componenti

L’usura si presenta con innesti rapporti difficoltosi accompagnati da eventuali strappi. E da slittamenti delle frizioni, riconoscibile quando all’aumentare dei giri del motore non corrisponde un proporzionale aumento della velocità del veicolo.

Soluzione: service a doppia frizione

La soluzione a questa problematica è il service della doppia frizione. Il ricambio può essere acquistato presso la rete ufficiale, o attualmente sul mercato attraverso i distributori Schaeffler in Italia, acquistando il Kit LUK Repset 2CT, che contiene nella confezione tutti i componenti necessari per effettuare correttamente la manutenzione.

Cosa fare dopo aver sostituito la frizione?

Dopo aver completato la sostituzione della frizione mediante l’utilizzo di strumentazione diagnostica, procedere all’apprendimento frizione. Se si dispone della strumentazione ufficiale Renault, sarà necessario:

  • Selezionare la vettura
  • Entrare nel modulo del calcolatore cambio
  • Lanciare “Procedura dopo la riparazione”

Apprendimento sistema Frizione Ford: ecco cosa fare

La stessa tipologia di cambio come dicevamo a inizio approfondimento viene installato su modelli del marchio Ford. Come per le vetture della casa francese, anche questi veicoli possono incorrere nella stessa identica problematica.

ATTENZIONE: Il software di gestione del cambio non è lo stesso per i vari marchi!

Quindi per l’apprendimento delle frizioni in questo caso utilizzando la strumentazione diagnostica ufficiale Ford, è necessario:

  • Lanciare “Funzioni di servizio”
  • Selezionare “Apprendimento del sistema frizione”

In alternativa, se non si disponesse della strumentazione diagnostica ufficiale, si dovrà utilizzare una strumentazione diagnostica commerciale che supporti tale procedura o, eventualmente, se la casa costruttrice lo prevede, effettuare l’operazione in pass-thru.

Il service doppia frizione è sempre più una manutenzione ordinaria!

Rappresentando un mercato in rapida espansione, il service della doppia frizione non è più da considerarsi una rarità ma una manutenzione sempre più “ordinaria”.

Un valido aiuto e supporto sul portale Schaeffler REPXPERT

La manutenzione può pero nascondere delle insidie, per questo si rimanda alla documentazione originale o in alternativa effettuando l’accesso al portale REPXPERT (la registrazione è gratuita!), si può trovare un’assistenza tecnica post vendita del prodotto completa di documentazione, consigli sugli strumenti da utilizzare e video di montaggio.

Tutti elementi estremamente utili per un autoriparatore che si affaccia per la prima volta a questo tipo di operazione!

Per maggiori informazioni:

Repxpert – – Il portale dei ricambi per le officine e i rivenditori 

Riparando – Cambio Doppia Frizione Smart, Renault e Ford: Trasmissioni di tendenza

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *