Tutorial

Cambio Getrag 6DCT250: Quando il service frizione diventa manutenzione ordinaria

[rt_reading_time label="Lettura stimata:" postfix="minuti" postfix_singular="minuto"]
RepXpert Schaeffler

Negli ultimi anni si è assistito a una diffusione importante e repentina della tipologia a doppia frizione a discapito di altre tipologie di trasmissioni automatiche, come quelle con convertitore di coppia, manuali automatizzate, o a variazione continua. Ciò è avvenuto per motivi eterogenei. Uno su tutti:

Unire il comfort di una trasmissione automatica con i vantaggi della trasmissione manuale

La caratteristica che rende questa tipologia di trasmissione così prestazionale è dovuta al fatto che il cambio di rapporto avviene in tempi molto bassi, considerando il cambio costituito da due sotto-trasmissioni: una per i rapporti dispari e una per i rapporti pari.

Il moto a ognuna delle sotto-trasmissioni viene portato da due alberi di ingresso di tipo “coassiale” inseriti uno dentro l’altro

  • Un albero permette di realizzare i rapporti dispari (1,3,5) con una frizione chiamata K1.
  • L’altro albero i rapporti pari più la retromarcia (2,4,6 e R) con una frizione chiamata K2.

Service Cambio Getrag 6DCT250 Riparando

Con questa struttura, quando è innestato un rapporto, la gestione elettronica del cambio farà in modo di inserire anche il rapporto obiettivo previsto, tenendo in considerazione diversi parametri quali: velocità veicolo, posizione pedale acceleratore, coppia e regime motore, così da permettere il cambio rapporto semplicemente andando ad agire su quale delle frizioni stia portando il moto:

  • K1 marcia dispari,
  • K2 marcia pari o retromarcia.

Esempio: cosa avviene in fase di accelerazione

Se ci troviamo in fase di accelerazione in 3° marcia, il cambio innesterà anche la 4 marcia, senza che questa sia direttamente connessa alle ruote, per il fatto che la frizione K2, che gestisce le marce pari, rimane disimpegnata.

E cosa avviene in fase di decelerazione

Se, invece, ci troviamo in fase di decelerazione in 3° marcia, il cambio opterà come rapporto obiettivo la 2 marcia.

In un nostro recente approfondimento si era trattato della immissione sul mercato di un cambio Getrag a doppia frizione con un campo di applicabilità abbastanza ampio. Per approfondire segui il link in calce all’articolo.

Tutte le identità del Cambio 6DCT250

Ricordiamo solo che il cambio con sigla 6DCT250, equipaggia vetture:

  • Smart con il nome commerciale Twinamic
  • Ford “benzina” con il nome commerciale Powershift
  • Renault “diesel” e “benzina” con il nome commerciale DC4

Nel mercato esistono diverse tipologia di trasmissione a doppia frizione, con nomi commerciali diversi

Come ad esempio: DSG, TCT, DDCT.

Caratteristiche del cambio Getrag

Ma il cambio Getrag oggetto di questo approfondimento si differenzia da essi in quanto l’attuazione delle frizioni e la selezione/innesto rapporti è di tipo elettromeccanica. Infatti sfrutta 4 motorini brushless.

Cambio Getrag 6DCT250 - Motorini attuatori Frizioni Riparando

Complessivo Centralina TCM - Riparando

Vista connettore centralina di comando cambio TCM - Riparando

L’innesto dei rapporti viene effettuato per mezzo di due tamburi innesto marcia;

  1. Il primo lavora solo per la selezione dei rapporti dispari e
  2. Il secondo solo per la selezione dei rapporti pari.

L’innesto viene garantito dalla presenza di opportune scanalature ricavate dal corpo dei tamburi di innesto marcia che vanno ad azionare le forcelle di selezione.

CAMBIO 6DCT250 - Meccanica interna - Riparando

Nella trattazione faremo riferimento al cambio DC4 che equipaggia la Renault Scenic III X-Mod nelle versioni motorizzati con i propulsori 1.5 dCi della serie K9K.

Questa particolare trasmissione non prevede service olio, in quanto le frizioni lavorano a secco.

In base allo stile di guida o alla tipologia di strade percorse (circuito urbano, extraurbano o autostradale), l’usura delle frizioni può verificarsi in un range di km solitamente compreso tra 120.000 km e 180.000 km.

Problematica segnalata: usura delle componenti

L’usura si presenta con innesti rapporti difficoltosi accompagnati da eventuali strappi. E da slittamenti delle frizioni, riconoscibile quando all’aumentare dei giri del motore non corrisponde un proporzionale aumento della velocità del veicolo.

Soluzione: service a doppia frizione

La soluzione a questa problematica è il service della doppia frizione. Il ricambio può essere acquistato presso la rete ufficiale, o attualmente sul mercato attraverso i distributori Schaeffler in Italia, acquistando il Kit LUK Repset 2CT, che contiene nella confezione tutti i componenti necessari per effettuare correttamente la manutenzione.

Cosa fare dopo aver sostituito la frizione?

Dopo aver completato la sostituzione della frizione mediante l’utilizzo di strumentazione diagnostica, procedere all’apprendimento frizione. Se si dispone della strumentazione ufficiale Renault, sarà necessario:

  • Selezionare la vettura
  • Entrare nel modulo del calcolatore cambio
  • Lanciare “Procedura dopo la riparazione”

Apprendimento sistema Frizione Ford: ecco cosa fare

La stessa tipologia di cambio come dicevamo a inizio approfondimento viene installato su modelli del marchio Ford. Come per le vetture della casa francese, anche questi veicoli possono incorrere nella stessa identica problematica.

ATTENZIONE: Il software di gestione del cambio non è lo stesso per i vari marchi!

Quindi per l’apprendimento delle frizioni in questo caso utilizzando la strumentazione diagnostica ufficiale Ford, è necessario:

  • Lanciare “Funzioni di servizio”
  • Selezionare “Apprendimento del sistema frizione”

In alternativa, se non si disponesse della strumentazione diagnostica ufficiale, si dovrà utilizzare una strumentazione diagnostica commerciale che supporti tale procedura o, eventualmente, se la casa costruttrice lo prevede, effettuare l’operazione in pass-thru.

Il service doppia frizione è sempre più una manutenzione ordinaria!

Rappresentando un mercato in rapida espansione, il service della doppia frizione non è più da considerarsi una rarità ma una manutenzione sempre più “ordinaria”.

Un valido aiuto e supporto sul portale Schaeffler REPXPERT

La manutenzione può pero nascondere delle insidie, per questo si rimanda alla documentazione originale o in alternativa effettuando l’accesso al portale REPXPERT (la registrazione è gratuita!), si può trovare un’assistenza tecnica post vendita del prodotto completa di documentazione, consigli sugli strumenti da utilizzare e video di montaggio.

Tutti elementi estremamente utili per un autoriparatore che si affaccia per la prima volta a questo tipo di operazione!

Per maggiori informazioni:

Repxpert – Il portale dei ricambi per le officine e i rivenditori 

Riparando – Cambio Doppia Frizione Smart, Renault e Ford: Trasmissioni di tendenza

21 commenti
  1. Cono
    Cono dice:

    Salve, sono proprietario di una Ford Kuga 2.0 tdci 163cv con cambio powershift del 2010, vorrei sapere se la sostituzione delle frizioni del cambio si può fare anche nel modello installato sulla mia Kuga 6 DCT450 con frizioni in bagno d’olio. Che costo potrebbe avere l’intervento è soprattutto si risolve definitivamente il problema dello slittamento così facendo??

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve a lei e grazie per averci scritto. Il cambio Getrag 6DCT450 installato sulla sua vettura necessita di sostituzione olio cambio ogni 60.000 km e, vista la problematica da lei segnalata, prima di procedere alla sostituzione delle frizioni, sarebbe opportuno secondo i nostri tecnici scaricare l’olio per analizzare lo stato in cui si trova (colore, odore, materiali depositati, ecc.).
      A seconda dello stato dell’olio e dei chilometri percorsi dall’ultimo service, si renderà poi necessario valutare come intervenire.
      In ogni caso, la sostituzione del pacco frizioni è possibile, attenendosi alle indicazioni fornite dal costruttore.
      Un saluto dalla Redazione 🙂

      Rispondi
  2. Giuseppe
    Giuseppe dice:

    Purtroppo rientro in pieno nella casistica cambio Getrac doppia frizione su scenic xmod automatica. Infatti dopo uno strappetto in accelerazione, sopratutto in prima e terza, funzionano solo seconda quarta sesta e retromarcia, mentre prima terza e quinta vengono isolate a fronte di ‘errore cambio controllare’. Allo spegnimento l’errore si riazzera ma dopo pochi minuti l’errore riappare e oramai sono mesi che vado avanti, L’ultima verifica mi hanno detto che bisogna cambiari la coppia dei dischi frizione. Vi domando se secondo voi può essere la soluzione ed eventualmente , sempre secondo voi, quale potrebbe essere il costo, poichè l’auto ha 150.000 km,

    Rispondi
      • Giuseppe
        Giuseppe dice:

        Purtroppo rientro in pieno nella casistica cambio Getrac doppia frizione su scenic xmod automatica. Infatti dopo uno strappetto in accelerazione, sopratutto in prima e terza, funzionano solo seconda quarta sesta e retromarcia, mentre prima terza e quinta vengono isolate a fronte di ‘errore cambio controllare’. Allo spegnimento l’errore si riazzera ma dopo pochi minuti l’errore riappare e oramai sono mesi che vado avanti, L’ultima verifica mi hanno detto che bisogna cambiari la coppia dei dischi frizione. Vi domando se secondo voi può essere la soluzione ed eventualmente , sempre secondo voi, quale potrebbe essere il costo, poichè l’auto ha 150.000 km,

        Il tuo commento è in attesa di

        Rispondi
        • Redazione
          Redazione dice:

          Salve, il problema da lei descritto può dipendere da diversi fattori, tra cui anche le frizioni. A partire da una diagnosi accurata ed eseguendo delle prove monitorando i parametri in tempo reale si può definire con più precisione la natura del guasto. Per quanto riguarda i costi, non è possibile stabilire una fascia di prezzo poiché l’importo dipende dalla tariffa oraria di manodopera applicata dall’officina, dalla tempistica di lavorazione, dal costo del ricambio… Un saluto dalla Redazione

          Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve e grazie per il suo commento. Da quanto descritto, il cambio è entrato in modalità di “recovery” disattivando la parte delle marce “dispari”. Ciò, in genere, sta ad indicare una problematica relativa a un componente coinvolto nella gestione di questa parte del cambio. Ciò non potrebbe escludere, però – secondo i nostri tecnici – anche un problema alle frizioni (legato principalmente al consumo, dato anche il chilometraggio della vettura). Le consigliamo pertanto di far eseguire una diagnosi più approfondita al cambio. Un cordiale saluto dalla Redazione.

      Rispondi
  3. Giuseppe
    Giuseppe dice:

    grazie, ho fatto fare tutti i test e in officina Renault mi dicono che tutto porta a un problema della frizione, ma non con assoluta certezza. A questo punto sono bloccato nella scelta poichè anche il rifacimento della frizione ha un costo elevato ma non c’è garanzia al 100%.

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      In tali casi, appurare con certezza il problema è difficile. Considerando il chilometraggio della vettura (150.000 km), l’operazione può essere opportuno svolgerla anche qualora non fosse l’effettiva causa del malfunzionamento, in quanto è probabile che da qui a breve sia comunque necessario sostituire le frizioni. Vista l’entità dell’intervento, potrebbe richiedere al tecnico di verificare l’integrità anche degli altri componenti. Un saluto

      Rispondi
    • Daniele
      Daniele dice:

      Salve, sono possessore di una clio 4rs ed ho il suo stesso problema con l’avviso “cambio Controllare” e marce dispari che non entrano, volevo sapere se hai scoperto cosa fosse perché anch’io mi ritrovo con lo stesso problema ed una macchina che ha a malapena 80.000km

      Rispondi
      • Redazione
        Redazione dice:

        Salve Daniele, grazie del suo contributo. In prima battuta, il mancato utilizzo delle marce dispari sta a indicare un guasto su uno dei componenti principali della corrispondente sezione del cambio, quella dispari. Come già scritto a Giuseppe, per identificare la causa del guasto occorre effettuare almeno una ricerca errori in centralina cambio. Inoltre, qualora Giuseppe fosse riuscito a risolvere, lo invitiamo a condividere le eventuali soluzioni. Un cordiale saluto e continui a seguirci.

        Rispondi
  4. Alessandro
    Alessandro dice:

    Complimenti per l’articolo. Il limite di coppia trasmissibile di 280Nm per il 6dct250 è il limite correlato che avrebbero le frizioni, che andrebbero poi a slittare, oppure è un limite degli ingranaggi che andrebbero poi a cedere con un valore di coppia superiore? Il cambio installato sulla mia clio rs4 Trophy ha esattamente lo stesso valore di 280Nm che eroga il motore, quindi sarebbe già al limite. Mi domando se un aumento anche solo di coppia porterebbe alla rottura dell’unità cambio oppure c’è del margine tollerabile? Grazie

    Rispondi
  5. andrea
    andrea dice:

    Salve a tutti. Ho una Renault Captur 1.5 dci del 2014, con 170.000km. Ho lo stesso problema, ovvero sul display appare il messaggio “controllare cambio” e non entrano più le marce pari. L’ho portata in una officina Renault, ma non sono stati in grado di fare altro che resettare ed aggiornare il software della centralina cambio (tenendosi l’auto per 1 mese intero!). Il problema mi si è ripresentato subito, quindi l’ho portata in una officina specializzata in cambi automatici. Mi hanno detto che c’è da sostituire la centralina del cambio, alla modica cifra di 2000€+IVA. Presumo si tutta manodopera, perché la centralina costa circa 200€. Visto il chilometraggio ho chiesto quanto verrebbe a costare la sostituzione delle frizioni, ma sono in attesa di risposta. Ora il dilemma è il seguente: si tratta di un prezzo ragionevole o è meglio cercare un’altra officina???

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve Andrea, e grazie per averci scritto.Generalmente quel guasto che ci descrivi può essere legato anche a una centralina cambio, e il prezzo delle unità elettroniche si aggira effettivamente su quelle cifre. Secondo i nostri tecnici, però, potrebbe esserci anche altre cause. In virtù di tale constatazione, il consiglio è quello di far diagnosticare la vettura anche da un altro centro adeguatamente attrezzato, sia per quanto riguarda un’eventuale sostituzione della centralina sia per la sostituzione delle frizioni. Un saluto

      Rispondi
  6. alessandro
    alessandro dice:

    Salve e complimenti per l’articolo. Ho una Renault scenic 4 del 11/2016 con 37mila km all’attivo e già da qualche tempo ho problemi con la cambiata in 2^ 4^ e 6^ marcia, la cambiata non è fluida come nelle altre marce e si avverte nettamente un vuoto nella cambiata, il tutto è accompagnato da un rumore “idraulico” in fase di cambiata. L’officina Renault mi dice che c’è un problema ad una delle 2 frizioni e che non può essere considerato in garanzia perché è considerato un problema di usura. Può secondo voi essere un problema di usura a 37mila km? l’auto è stata usata principalmente in ambito urbano e non ha nemmeno il gancio traino. Grazie mille

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve Alessandro, per i nostri tecnici il problema descritto sembra essere dovuto proprio alla frizione delle marce pari, a causa di usura della stessa o di un guasto al motorino elettrico di attivazione. Ti invitiamo perciò a rivolgerti a un’altra officina per una comparazione della diagnosi già ricevuta in concessionaria. Se ti va, tienici aggiornati sull’esito. Un saluto e grazie dei complimenti

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *