Tutorial

Sovralimentazione Grande Punto Abarth: funzionamento e possibili guasti

Valvola di shut-off smontata

Sovralimentazione Grande Punto Abarth: scopri qui dove intervenire quando il motore non rende e non si accende nessuna spia!

Il Turbo è da sempre un componente che esercita un enorme fascino sugli appassionati di motori, perché da sempre viene associato a vetture dalle elevate prestazioni.

Abbiamo già affrontato l’argomento della sovralimentazione in alcuni precedenti articoli, per questo ora prenderemo in esame una vettura in particolare:

Grande Punto Abarth con motore benzina T-jet 155 cv

In questo propulsore il circuito di aspirazione prevede 2 sensori di pressione assoluta:

  • Il primo si trova sul manicotto rigido in metallo in uscita dall’intercooler e dispone di 3 fili
  • l’altro è ubicato sul collettore di aspirazione, a valle della valvola a farfalla ed è composto da 4 fili per integrare la misura della temperatura dell’aria aspirata.

La gestione della pressione generata dal turbocompressore ha una piccola particolarità, in quanto

non avviene soltanto tramite la wastegate, ma un ruolo importante è svolto dalla valvola shut-off.

Quest’ultima, altro non è che una valvola pop-off a comando elettronico, necessaria per gestire picchi di sovra pressione fino a 1200 millibar.

Al fine di ridurre tale sovrapressione, questa aria turbocompressa viene ricircolata in aspirazione a monte del turbo tramite una tubazione rigida.

Questa configurazione serve ad attenuare i colpi d’ariete e ad evitare gli effetti del classico “turbo-lag”, ovvero il ritardo di risposta del turbo.

Figura 1: Ubicazione Valvola Shut-off

Sovralimentazione Grande Punto Abarth

Figura 2: Dettaglio Valvola Shut-Off

Valvola shut-off dettaglio

Questo attuatore, vista l’importanza del suo ruolo, è utilizzato praticamente in tutte le fasi di guida. Ed infatti la centralina di gestione motore va a comandarlo con il motore ad alto, a medio e a basso regime.

Sovralimentazione Grande Punto: quando il motore non rende

Può succedere, però, di guidare la vettura e sentire che il motore non rende. Ovvero non riesce a erogare la potenza richiesta.

È ancora più strano, poi, il fatto che non si accenda nessuna spia sul quadro strumenti.

Peggio ancora se non sono presenti codici guasto in centralina motore…

È quanto è accaduto a noi in officina!

Dopo aver ascoltato il cliente descrivere la scarsa resa del veicolo, abbiamo verificato tramite strumento di diagnosi che non vi fosse alcun guasto in memoria.

Sovralimentazione Grande Punto: la diagnosi

Siamo andati perciò a verificare in diagnosi la pressione generata dal turbocompressore tramite i parametri in tempo reale e abbiamo riscontrato che:

A pieno carico il valore si fermava a 1400 mbar contro il valore obiettivo di 2200 mbar.

Il primo controllo eseguito riguardava chiaramente il circuito di aspirazione, l’integrità di tubazioni, manicotti e raccordi, l’eventuale presenza di tagli o fessurazioni sull’intercooler.

Questa verifica non ha evidenziato nulla di anomalo, quindi abbiamo spostato la nostra attenzione proprio sulla valvola di shut-off.

Sovralimentazione Grande Punto: la soluzione

Prima di sostituire il componente, siamo andati a testare se quest’ultimo facesse tenuta in maniera corretta. È stato quindi applicato un tappo di metallo all’interno del manicotto che riporta l’aria in eccesso a monte del turbo.

ATTENZIONE! La prova che si intende eseguire è piuttosto grezza e servirà solo a capire la causa del problema. Non può di certo rappresentare una soluzione.

La durata della prova deve essere limitata nel tempo, per evitare di provocare danni al turbocompressore.

Grazie all’ostacolo rudimentale appena creato, collegando la strumentazione diagnostica e provando il veicolo a pieno carico, abbiamo riscontrato da subito che la pressione generata dal turbo aumentava correttamente, come previsto dalla centralina motore.

A seguito della prova appena eseguita, la vettura non è entrata in modalità “recovery” anche se si è accesa la spia MIL con annesso codice guasto:

P0039: Valvola by-pass turbo

Vista la temporanea manomissione dell’impianto, era prevedibile questa conseguenza ma almeno il problema è stato individuato.

Figura 3: Valvola di Shut-off smontata

Valvola di shut-off smontata

La valvola di shut-off, a causa dei picchi di sovralimentazione cui è costantemente sottoposta, ha manifestato dei problemi di tenuta.

Purtroppo questo dispositivo potrebbe essere soggetto a malfunzionamenti di questo tipo, risolvibili con la sostituzione del componente stesso con uno nuovo.

47 commenti
  1. Fabio
    Fabio dice:

    La prova da voi definita grezza é ottimale per raggiungere un risultato certo,ho potuto testare in officina, il tutto ha dato certezza alla verifica.
    Ottimo articolo.?

    Rispondi
      • david
        david dice:

        salve io ho una Renegade 1.4 multiair preticamente in prima marcia e in seconda non entra il turbo dalla terza in poi tutto normale, ho cambiato il sensore di pressione assoluta ma nulla da fare, la diagnosi mi da codice errore p0236 (sensore di pressione a gamma), la spia motore rimane spenta quindi presumo che non sia un pezzo elettronico ma bensì meccanico. Volevo sapere se a qualcuno di voi è capitato e se avete delle soluzioni. Grazie David

        Rispondi
        • Redazione
          Redazione dice:

          Ciao David, grazie per il tuo commento. Da quanto ci descrivi, sembrerebbe che manchi sovralimentazione ai bassi regimi. Allo scopo occorrerebbe far controllare, da un tecnico di tua fiducia, la movimentazione della wastegate del turbocompressore. Questo tipo di guasto potrebbe essere legato a un blocco in posizione di aperta della valvola in questione. Un saluto

          Rispondi
  2. angelo Cucuzza
    angelo Cucuzza dice:

    Buongiorno la mia grande punto ss va bene solo che mi accende la spia avaria col codice errore P0039 valvola baypass

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Buongiorno, per identificare la causa che provoca l’accensione della spia, la invitiamo a recarsi presso un tecnico che possa eseguire i dovuti controlli con apposite strumentazioni. Un saluto dalla Redazione

      Rispondi
  3. Luca
    Luca dice:

    Buongiorno, la mia SS 180cv quando sono in accelerazione tra i 4500/5000giri da come dei vuoti è si accende la spia motore con errore “P0240 powertrain-turbo super charger boost sensore B circuito range/performance” la macchina non va più come prima né in ripresa né in accelerazione.
    Può essere un problema di shut off?
    Grazie

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve Luca e grazie per averci scritto. Secondo i nostri tecnici il codice guasto P0240, per questa gestione elettronica del motore, è legato a una eventuale perdita lungo il circuito di aspirazione (manicotti, flessibili…) o dallo scarico, oppure dovuto al sensore pressione turbo e relativo alloggiamento. Un saluto dalla Redazione

      Rispondi
  4. Mirko
    Mirko dice:

    Salve, il mio problema è diverso, premetto che ho eliminato la shutoff perché rotta, la pressione non sale oltre 0,6 bar, ho cambiato la valvola overboost ma niente, poi con strumento di diagnosi ho fatto il reset contatori overboost reset parametri autoadattativi e reset parametri di autoapprendimento, ma nulla, oltre ad aver riazzerato tutti questi parametri ho azzerato il service e tutto è tornato a funzionare regolarmente, purtroppo il problema si ripete dopo circa un mesetto ria zero il tutto comprrso il service e di nuovo tutto funziona ma nuovamente dopo un mesetto il problema ritorna, punto Abarth 155cv non mappata. Grazie per l’eventuale aiuto

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve Mirko e grazie per averci scritto. Vista la natura della problematica da lei segnalata, sarebbe opportuno comprendere cosa si intende con “eliminata la shut off perché rotta” (bloccata meccanicamente?). In ogni caso, i nostri tecnici segnalano la presenza di una particolare funzione in diagnosi, denominata “Disattivazione limitazione prestazioni”. Altra annotazione importante: può succedere che, marciando per lunghi intervalli di tempo con uno scarso livello di carburante, la centralina motore adotti una strategia di “limitazione” delle prestazioni al fine di contenere le emissioni inquinanti. Un saluto dalla Redazione.

      Rispondi
  5. LUCA
    LUCA dice:

    Buongiorno, la mia grande punto ss quando sono tra i 4000 e i 4500 giri da come dei vuoti in accelerazione e mi si accende la spia motore.
    Tramite obd mi da il seguente errore: Error Code P0240 Turbocharger Boost Sensor B Circuit Range/Performance.
    La macchina non va più come prima in ripresa e neanche in velocita massima( a 170 km/h la macchina non va oltre)
    Può essere un problema di valvola shut off?
    Grazie

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve, grazie per averci scritto un nuovo commento. I nostri tecnici la invitano a seguire le indicazioni fornite nel precedente commento e ad aggiornarci qualora vi siano sviluppi. UN saluto dalla Redazione

      Rispondi
  6. Manuel
    Manuel dice:

    Salve, il mio problema su lancia delta t-jet 120cv si verifica solo quando viaggio in autostrada o superstrada in pratica se vado a velocità costante per esempio a 130 km h l’indicatore del turbo sale e scende di continuo poi va a fondo scala quindi in sovralimentazione dopo un po’ la centralina va in protezione tagliando il turbo, il fatto strano che non accende nessuna spia motore però in diagnosi da pressione turbo, premetto che sono stati cambiati tutti i sensori compresi la pierburg e la valvola pop off tutti i tubi controllati sono integri a questo punto cosa può essere? Grazie

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve Manuel e grazie per la risposta.
      I nostri tecnici, dando per scontata la qualità dei ricambi installati (originali o conformi all’originale), consigliano di verificare su strada tramite diagnosi lo scostamento che si ha tra i valori pressione turbo obiettivo e misurato, in maniera tale da poter interpretare la strategia di protezione adottata della centralin.
      Ci tenga aggiornati.
      Saluti dalla Redazione

      Rispondi
  7. Manuel
    Manuel dice:

    Mi scuso se ho lasciato un commento sulla sezione punto Abarth volevo solo un vostro parere visto che i motori sono della stessa famiglia grazie

    Rispondi
  8. marcello
    marcello dice:

    Salve.Ho la mia G.Punto t-jet,la quale sul cruscotto mi da errore motore.Portata da elettrauto,l’errore sembra essere ‘pressione turbina’.Ma a dire il vero,la macchina va benissimo.Potrebbe essere la shut off o qualche altro sensore?Grazie per la cortese attenzione.Marcello

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve Marcello, grazie per averci scritto. Senza il codice guasto specifico, come potrai immaginare, è difficile definire quale sia con esattezza il componente guasto. In ogni caso, partendo dall’errore in diagnosi, sarebbe opportuno eseguire delle verifiche elettriche sul componente indicato (alimentazione, massa, continuità, segnale) e poi procedere per esclusione sugli altri componenti coinvolti nella sovralimentazione indicati nell’articolo. Un saluto dalla Redazione

      Rispondi
  9. leonardo cardillo
    leonardo cardillo dice:

    io ho un problema analogo .. penso che la valvola non faccia uscire l’aria in eccesso perchè ogni cambio di marcia sento un forte fischio che esce dall filtro. e ho installato un filtro sparco in carbonio

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve Leonardo, grazie del commento. Il sibilo, con buona probabilità, viene generato da una non corretta apertura della pop-off, che entra in funzione proprio durante i cambi marcia, ovvero quando si rilascia l’acceleratore. Un saluto.

      Rispondi
  10. Kristian
    Kristian dice:

    Salve, il mio problema su 500 abarth 160cv euro 6 si verifica solo quando viaggio in autostrada o superstrada in pratica se vado a velocità costante per esempio a 130 km h l’indicatore del turbo sale e scende di continuo poi va a fondo scala quindi in sovralimentazione dopo un po’ la centralina va in protezione tagliando il turbo, il fatto strano che non accende nessuna spia motore però in diagnosi da pressione turbo, premetto che sono stati cambiati tutti i sensori compresi la pierburg e la valvola pop off tutti i tubi controllati sono integri a questo punto cosa può essere? Grazie

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve Cristian, la invitiamo a leggere la risposta ai commenti degli altri utenti presenti nella pagina poiché abbiamo già trattato le stesse problematiche, o problematiche simili. Quindi, a parte la sostituzione del sensore pressione di sovralimentazione e i controlli sulla pop-off, è necessario verificare lo stato dei collettori di aspirazione e la movimentazione della wastegate della turbina. Un cordiale saluto.

      Rispondi
  11. Biagio
    Biagio dice:

    Salve. O una punto tjet mi da come errore pressione turbo. Cambio sensore la macchina va bene pero nn sempre riesce ad alzare di pressione come dovrebbe e dopo un paio di giorni nn attacca dinuovo la turbina. Diventa come aspirato nn so cosa sia perche quando cambio il sensore pressione turbo va bene ma dopo un paio di giorni dinuovo aspirata. Vi preso se aveve avuto problemi simili aiutatemi a capire cose

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve Biagio e grazie del commento. Nel caso che ci descrive, in prima battuta le consigliamo di verificare la
      compatibilità del sensore pressione turbo sostituito con quello precedente, poi sarebbe opportuno controllare l’integrità dei collettori di aspirazione, in cerca di eventuali crepe o danneggiamenti. Il successivo step è verificare l’efficienza del sistema wastegate della turbina (attuatore, elettrovalvola e leveraggio meccanico), e controllare se la pop-off apre e chiude senza impuntamenti. Le chiediamo, infine, se in centralina motore siano presenti errori in memoria e se il motore appartiene alla famiglia dei Multiair. Un cordiale saluto.

      Rispondi
  12. Giammarco
    Giammarco dice:

    Buongiorno,
    circa 10 mesi fa in partenza da casello autostradale ho dato massima spinta in prima , seconda e terza, ad un certo punto la macchina è entrata in recovery portando la velocità massima a 120 km/h.
    Da quell giorno la macchina non è più andata bene, in accelerazione con prima e seconda sembra sfiatare perdendo potenza e si avverte un fischio.
    Se supero in marce alte 140 km/h si accende spia motore.
    cosa può essere…?
    in Fiat volevano sostituirmi collettori circa (€800,00) ho desistito.
    Da premettere che la macchina monta ormai da 10 anni modulo aggiuntivo (G-tech) e valvola della pressione del turbo maggiorata oltre al filtro BMC.
    Grazie

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve Giammarco, grazie del commento. In genere, per quel motore i collettori danneggiati (fessurati) non danno il recovery. Piuttosto, con buona probabilità, il modulo aggiuntivo può aver rotto la valvola pop off. Lo “sfiato” che si sente dal vano motore potrebbe essere, appunto, la valvola che sfiata la sovrappressione del turbo, con il conseguente recovery motore. Un cordiale saluto

      Rispondi
  13. Salvatore
    Salvatore dice:

    Salve ho una Fiat tipo tjet GPL con centralina rimattata(solo 14cv presi quindi una rimappatura tranquilla) . Quando sono a benzina e per esempio sono in quarta marcia a circa 2300 giri accelerando a tre quarti di potenza l’erogazione fino a circa 3800 avviene con parecchi vuoti. Puó essere il problema la valvola pop off? Ps a gpl va una meraviglia. Grazie del vostro tempo

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Grazie del commento Salvatore. L’origine dei seghettamenti potrebbe essere proprio la mappatura effettuata. La rimappatura delle centraline – come è noto – non è consentita e questo lo ribadiamo in ogni caso. La valvola pop off, se rotta, dovrebbe generare un fischio in accelerazione (sfiata la sovrappressione) e la vettura entrerebbe in recovery. Un controllo alla valvola però non è da escludere per sicurezza. Alle volte, invece, è proprio la rimappatura che può dare questo tipo di problemi se non viene ben calibrata per la vettura su cui viene eseguita. Il consiglio è quello di ripristinare la mappa originale della centralina e osservare se i sintomi persistono o meno, in modo tale da escludere alcuni fattori. In questo modo si può indirizzare la diagnosi in maniera più specifica. Un cordiale saluto.

      Rispondi
  14. Kristian
    Kristian dice:

    Salve, il mio problema è che la macchina rispetto a prima ci mette molto di più a caricare il turbo e quindi a dare spinta, sui bassi fa fatica ha poca ripresa ma una volta che prende il turbo va tranquillamente…cosa può essere?

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve Kristian, il problema che avverte sulla sua vettura potrebbe essere dipeso da un malfunzionamento del sistema wastegate. In tali casi, occorre controllare la relativa elettrovalvola di gestione e le tubazioni della depressione coinvolte. Inoltre è buona norma verificare anche il comportamento del sensore di sovralimentazione, appurando ad esempio il valore che misura a motore spento e quadro acceso, il quale deve essere prossimo a quello della pressione atmosferica, ossia circa 1 bar (100 kPa o 1000 mbar). Un cordiale saluto

      Rispondi
      • Kristian
        Kristian dice:

        Salve, ho cambiato la gestione della depressione cioè la valvola, non ho risolto il problema, mi sa dire dove si trova il sensore della pressione atmosferica?

        Rispondi
        • Redazione
          Redazione dice:

          Salve Kristian, il sensore barometrico è integrato all’interno della centralina motore. Un saluto e continui a seguirci

          Rispondi
  15. Emanuele
    Emanuele dice:

    Ho una grande punto tjet da 120 cv.
    Ho notato che l’auto non spinge. Sembra un aspirato.
    È un chiodo …. Per Farla andare un po’ devo schiacciare.
    Ho fatto la cinghia di distribuzione e fatto cambiare la shuttle off.
    Rimane ancora lenta ….
    Mi rimane da provare a cambiare l’elettrovalvola pierburg.
    Dove la trovo questa valvola? È per caso nascosta davanti al paraurti?
    Ha tre piccoli tubicini? Accetto consigli! Grazie

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Ciao Emanuele, i nostri tecnici confermano che la valvola Pierburg ha tre tubicini come hai ipotizzato. Si trova sotto la tubazione di aspirazione che va dal filtro aria al turbocompressore. Prima di provvedere alla sua sostituzione, però, è consigliabile controllare anche l’integrità di quei tubicini collegati con la valvola stessa. Un saluto

      Rispondi
  16. Stefano
    Stefano dice:

    Salve buonasera, vorrei fare presente che ho lo stesso problema del commento precedente. Ho sostituito la pierburg, la pop off con una meccanica,regolatore pressione benzina, candele,bobine,pompa benzina e pulito con spray contatti tutti i sensori ma attualmente la macchina non spinge. Bisogna affondare il pedale e ciò grava sui consumi. Aiutoooo non voglio venderla o regalarla. Grazie

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve Stefano e grazie per il tuo commento. Dato che le problematiche risultano essere le stesse anche per te, i nostri tecnici consigliano di effettuare i controlli indicati nel commento precedente. Infatti, una volta eseguite tutte le sostituzioni da te riportate, è importante andare a verificare l’effettiva integrità delle piccole tubazioni della Pierburg ed accertarsi che il leveraggio del turbocompressore si muova regolarmente, senza intoppi. Un cordiale saluto

      Rispondi
  17. Manuel
    Manuel dice:

    Salve,
    Per effettuare un test sulla valvola, l’unico modo è mettere un tappo e provarla su strada come da voi descritto?
    O c’è un altro metodo ad esempio misurando la resistenza del dispositivo tramite multimetro? Oppure “sentendo” a mano che la valvola che è al suo interno, spingendola sia troppo leggera e quindi non riesce a mantenere la sovrappressione ?
    Grazie.

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve Manuel e grazie per il tuo commento. Il controllo di una pop-off – come correttamente hai anticipato -può anche essere effettuato a mano andando a valutare l’entità della resistenza che la valvola oppone alla forza esercitata. Ma questo implica un parziale smontaggio, quindi la prova da noi proposta rende le cose solamente un po’ più agevoli. La misura della resistenza elettrica è una prova che può essere fatta, ma di solito se la resistenza subisce dei danni, alterando il suo valore ohmico (ad esempio la valvola si brucia o si scalda parecchio), si induce un diverso assorbimento che la centralina motore, al di fuori in un certo range, interpreta come un’avaria con la conseguente emissione di uno specifico codice guasto. Un cordiale saluto

      Rispondi
  18. Andrea
    Andrea dice:

    Buonasera, ho una Giulietta T-Jet 120 del 2017. Già a 40.000 iniziano i primi piccoli vuoti quando affondo in 4 e 5 marcia dai 2500 ai 3500. Sostituto candele e bobine. Pulito entrambi sensori pressione. Non c’è mai stato nessun guasto in centralina. Oggi sostituita valvola pierburg “tubetti perfetti”. Sempre uguale. Ho ordinato la shut off.. speriamo bene. Accetto consigli perché comunque è nuova.. grazie

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve Andrea, grazie per il tuo commento. Quel comportamento del motore di solito è dovuto a una qualche problematica inerente la pressione di sovralimentazione oppure di aspirazione. La valvola di shut-off, se bloccata, dovrebbe indurre cattive prestazioni a quasi tutti i regimi di giri, e non solo in quell’intervallo. Ma se già ordinata, sostituirla è comunque un’operazione consigliabile. Anche in base ai controlli e alle sostituzioni già da te fatte, sarebbe allora opportuno verificare su strada, tramite uno strumento di diagnosi, l’effettiva corrispondenza tra i valori di pressione e portata aria reali e quelli che la centralina iniezione effettivamente si aspetta, in modo tale da osservare eventuali discordanze. Infine, anche se è raro che ciò accada, i vuoti che avverti in accelerazione possono essere indotti dalla correzione stechiometrica del titolo aria/benzina; quindi potrebbe essere interessante (sempre con l’aiuto di una strumentazione elettronica) controllare su strada i “correttori lambda”, alla ricerca di un eventuale “smagrimento” della miscela che comporterebbe quei vuoti di rendimento motore e vedere di conseguenza da cosa sono provocati. Un cordiale saluto

      Rispondi
  19. Giovanni
    Giovanni dice:

    Buongiorno, volevo farvi i complimenti per la Vostra dettagliata spiegazione, io ho una Grande Punto Abarth 155cv che mi da dei problemi di oscillazione turbo a pedale costante, (mi riempie le tacche e poi scende rapidamente è così via fino a quando non butto giù tutto) se affondo tutto il difetto non lo fa…potrebbe essere la pop off da sostituire? Grazie mille per l’aiuto.

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Ciao Giovanni, grazie del commento e dei complimenti che ci rivolgi. Da quanto ci riporti è probabile un guasto alla pop-off che – infatti – può manifestare problemi meccanici di tenuta, generando proprio quelle oscillazioni in termini di sovralimentazione. Un cordiale saluto e continua a seguirci

      Rispondi
  20. Fabrizio
    Fabrizio dice:

    Salve , complimenti per la chiarezza con cui rispondete ai quesiti. Vorrei contribuire suggerendo a chi ha scritto di non avere piena potenza poco dopo un reset di errori, di aver avuto un problema simile con la mio bravo 150cv, per colpa del sensore battito in testa che mi hanno sostituito con un pezzo originale ma non perfettamente adeguato al mio modello di centralina; la centralina non segnalava errori e non andava in recovery.
    Approfitto ora invece della Vs. discussioni per chiedere se un forte sfiato di aria che sento nell’abitacolo non appena il turbo inizia a sovralimentare è imputabile ad un cedimento della pop of anche se in realtà non ho problemi dei perfomance.
    Grazie

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve Fabrizio, grazie per il tuo commento e della tua stima nei nostri confronti. Inoltre, ti ringraziamo anche della tua importane condivisione, ciò contribuisce a fornire agli altri lettori informazioni quanto più ampie possibili. L’origine dello sfiato che avverti sul motore può essere rappresentata da una crepa nel condotto di aspirazione in uscita dal turbo oppure da un cedimento della pop-off. Per verificare quale sia la causa, ti basterà seguire le prove proposte in questo articolo. Grazie ancora e continua a seguirci

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.