Tutorial

Manutenzione Toyota CHR Ibrida: ecco come sostituire il liquido dell’inverter

Lettura stimata: 5 minuti
Manutenzione Toyota CHR Ibrida

Manutenzione Toyota CHR Ibrida: scopri insieme ai nostri tecnici come affrontare una manutenzione elettrizzante su veicoli ibridi con focus sulla sostituzione del liquido di raffreddamento dell’inverter. 

Come Toyota ha marcato il territorio

Oltre vent’anni fa, Toyota arrivava sul mercato europeo, e prima su quello giapponese, con la sua Prius, lanciando quello che allora appariva ai più come un veicolo non convenzionale nelle linee e soprattutto nel funzionamento.

La Prius era una delle prime vetture ibride ad entrare a far parte del parco circolante italiano.

Ben presto la Prius fu poi affiancata da altri modelli Toyota, come la Auris, e modelli Lexus (marchio premium di Toyota), come la RX Hybrid. Quel momento segnò l’inizio della diffusione su larga scala della tecnologia ibrida. Anche Honda si lanciò in questa sorta di sfida, producendo la Insight, che però non ebbe lo stesso successo della rivale nipponica.

A oggi, Toyota ha venduto oltre 12 milioni di auto ibride nel mondo, cambiando la concezione che abbiamo dell’automobile.

Ovviamente il cambiamento è arrivato soprattutto nell’ambito di chi le vetture le ripara e ne effettua le manutenzioni. Anche per le gli autoriparatori la vettura ibrida ha rappresentato una novità di rilievo con cui hanno dovuto confrontarsi.

Le qualifiche per svolgere una manutenzione elettrizzante

È ormai noto che una delle novità più eclatanti è l’utilizzo sulle “ibride” di tensioni ben maggiori dei 12 Volt delle vetture convenzionali, con valori che partono dai 150 Volt continui per il pacco della batteria principale e 500 – 600 Volt in tensione alternata per il funzionamento delle unità di trazione e generazione di tensione.

Di contro, è forse meno conosciuta la necessità di effettuare altri tipi di manutenzione riguardanti il sistema di gestione dell’alta tensione, che si uniscono a quelle tradizionali per il motore endotermico.

In ultimo, ma non per importanza:

Tutte le lavorazioni svolte su un’auto ibrida devono essere compiute da personale in possesso della qualifica PES – PAV debitamente autorizzato dal datore di lavoro e che inoltre abbia come requisito il titolo di PEI (PErsona Idonea).

È questo un aspetto fondamentale perché detenere tali qualifiche garantisce che il lavoro venga svolto applicando le previste norme di sicurezza, che a sua volta determinano lo stato di “regola dell’arte” della riparazione o della manutenzione che sia.

Ma di quali manutenzioni particolari si parla?

Trattasi della sostituzione del liquido di raffreddamento dell’inverter, ossia il cuore del sistema ibrido che, lavorando con tensioni ma soprattutto correnti elevate, tende naturalmente a scaldarsi.

Il sistema di raffreddamento è a se stante, diverso da quello del motore termico ed è costituito da:

  • VASCHETTA di espansione,
  • SCAMBITORE di calore dedicato: alle volte integrato nel radiatore principale dell’auto, ma idraulicamente separato,
  • POMPA ELETTRICA alimentata a 12 Volt e dalle relative tubazioni.

Manutenzione Toyota CHR Ibrida

In quanto tra le più vendute ed apprezzate dal pubblico, illustreremo come effettuare una manutenzione elettrizzante su una Toyota CHR in versione ibrida.

Infatti la manutenzione in questione è comune a tutti i veicoli ibridi, variano solamente il chilometraggio a cui doverla effettuare e i punti dove intervenire, caratteristiche tutte dipendenti dal costruttore.

Per la Toyota CHR la scheda di manutenzione programmata prevede questo tipo di attività:

  • la prima volta a 150.000 km
  • e poi ogni 90.000 km.

Prima di procedere occorre effettuare il “sezionamento”, cioè disconnettere l’alta tensione a bordo vettura. Inoltre Toyota consiglia di conservare e misurare il volume di liquido scaricato, così da avere un riferimento durante la prima fase di ripristino del livello.

Ecco come scaricare il liquido passo-passo

Per scaricare il liquido occorre seguire questi passi:

  • SVITARE LE VITI, rimuovere le clip e smontare la copertura inferiore motore lato sinistro

Figura 1:

Manutenzione Toyota CHR passo passo

Figura 2:

La sfida della Manutenzione “Elettrizzante”

 

  • SVITARE IL TAPPO di rifornimento dell’inverter
  • COLLEGARE UN TUBO con diametro interno di 9 mm al beccuccio inferiore del circuito
  • APRIRE IL RUBINETTO e lasciar defluire il liquido

ATTENZIONE: appena il liquido smette di gocciolare richiudere il rubinetto e rimuovere il tubo.

  • RIEMPIRE dal tappo di rifornimento inverter col nuovo liquido, aggiungendolo fino a raggiungere il riferimento FULL.

Figura 3: 

Manutenzione Toyota CHR deflusso liquido

  • CON l’AUSILIO DELLA STRUMENTAZIONE DIAGNOSTICA attivare la pompa elettrica di circolazione

SI RICORDA che per questo, occorre selezionare la ECU Sistema Ibrido ed utilizzare il menù “Attivazioni” (Attenzione: i menù possono variare in base allo strumento usato)

Figura 4:

Manutenzione Toyota CHR: diagnosi attivazione pompa del sistema

  • FULL: man mano che il livello scende, rifornire mantenendo il livello sulla tacca FULL:

Con il proseguo dello spurgo, il rumore della pompa dovrebbe diminuire e la quantità di acqua ricircolata nel serbatoio aumentare (meno bolle d’aria)

  • AL TERMINE DELLO SPURGO arrestare la pompa elettrica di circolazione e rabboccare il livello fino alla tacca FULL.

La manutenzione elettrizzante è così completata!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *