News

Piattaforma Drive IX NVIDIA contro le distrazioni al volante

Lettura stimata: 2 minuti
Drive IX NVIDIA contro le distrazioni al volante

La piattaforma Drive IX contro le distrazioni al volante è l’ultima novità dell’IA applicata all’automotive. Grazie al software di Nvidia il conducente è controllato mentre guida. Ecco come.

Diminuire le distrazioni al volante attraverso la segnalazione dei pericoli

Nvidia presenta un avanzato sistema per segnalare pericolose distrazioni alla guida. Il suo funzionamento si basa su telecamere installate all’interno del veicolo puntate proprio sul conducente.

Ogni comportamento sospetto viene captato e l’informazione inviata alla piattaforma Drive IX. Il software analizza quanto ricevuto e lancia l’allarme.

Ad esempio:

  • Se il guidatore toglie le mani dal volante, distoglie lo sguardo dalla strada o improvvisamente ha un colpo di sonno, il software se ne accorge e lo segnala.

Non solo.

La piattaforma comprende anche telecamere esterne all’automobile. Il loro scopo è di tenere sotto controllo la strada e i pericoli imminenti che il conducente distratto non riesce a evitare:

  • l’arrivo improvviso di un motociclista o di un ciclista
  • la corsa su strada di un’altra vettura a elevata velocità.

L’attenzione alla guida non è mai troppa!

La piattaforma Drive IX di Nvidia è una risposta concreta alla lotta contro la guida disattenta. A oggi, infatti, sono ancora troppi i pericoli causati da comportamenti poco prudenti alla guida.

SAPEVI CHE solo negli Stati Uniti sono circa 400.000 gli incidenti annuali provocati da conducenti distratti?

Per questo gli investimenti per tecnologie applicate a questo settore continuano ad aumentare e software sofisticati e sistemi evoluti di intelligenza artificiale puntano a rendere le vetture sempre più sicure.

Ci auguriamo pertanto che il progetto Nvidia riesca a limitare incidenti e pericoli su strada per i conducenti:

Approfondisci con:

NVIDIA DRIVE IX > Sito ufficiale

Fonte immagine e video >

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *