News

Qualifica PES PAV e Idoneità a lavorare sotto tensione: cosa rappresentano le sigle PEI o PID?

Lettura stimata: 5 minuti

Qualifica PES PAV: torniamo sull’argomento delle manutenzioni su veicoli ibridi ed elettrici con l’obiettivo di puntualizzare le qualifiche che si possono ottenere a seguito di uno specifico corso rivolto agli autoriparatori.

Innanzitutto, è necessario sottolineare che:

Per quanto riguarda gli impianti elettrici in Bassa Tensione BT (fino a 1000 Volt in AC e fino a 1500 V in DC), le attuali normative di riferimento sono la CEI 11-27 IV edizione e la CEI EN 50110-1.

Cosa prevedono le attuali normative?

Tali normative prevedono la definizione di 2 figure lavorative:

  1. PES, ovvero: Persona ESperta
  2. PAV, ovvero: Persona AVvertita

Si tratta, quindi, di persone con istruzione, conoscenza ed esperienza rilevanti in una determinata tipologia di lavoro, grazie alle quali risultano in grado di analizzare i rischi e di evitare i pericoli che l’elettricità può creare.

Tali figure, chiaramente, dovranno avere conoscenze generali di:

  • impiantistica elettrica
  • relativa normativa di sicurezza
  • capacità di riconoscere rischi e pericoli relativi ai lavori elettrici.

Corsi per Operatori PES e PAV: facciamo chiarezza

Tutte queste competenze, di natura tecnica, vengono acquisite tramite un corso specifico, della durata minima di 14 ore.

Inoltre, per essere riconosciuti come operatori PES/PAV, bisogna avere esperienza di lavoro maturata per una o più tipologie di lavoro, doti di equilibrio, attenzione e precisione che possano far ritenere l’operatore affidabile.

Ecco una serie di domande che vengono rivolte ai Tecnici Riparando in merito a tale argomento e le nostre risposte.

Chi conferisce la qualifica di PES PAV all’operatore?

L’attribuzione PES/PAV viene rilasciata dal datore di lavoro, sulla base del percorso formativo seguito dall’operatore che ne attesti le competenze tecniche e delle sue attitudini a livello fisico e comportamentale (equilibrio, attenzione e precisione).

Chi rilascia la qualifica di PES/PAV per i datori di lavoro e per i lavoratori autonomi?

In questi casi, la qualifica viene auto-assegnata e diventa una autocertificazione PES/PAV. Tale autocertificazione dovrà ovviamente essere basata su:

  • un percorso formativo specifico
  • con annessa documentazione tecnica.

È sufficiente la qualifica PES/PAV per eseguire lavori sotto tensione?

Bisogna inoltre precisare che la qualifica di PES o PAV è soltanto uno dei requisiti necessari per eseguire lavori sotto tensione, in quanto c’è anche bisogno di

Un documento che attesti l’idoneità della persona ad eseguire queste tipologie di lavori.

Chi conferisce all’operatore l’idoneità ad eseguire lavori sotto tensione?

L’idoneità alla esecuzione di un lavoro elettrico sotto tensione (BT) viene conferita dal datore di lavoro alle persone alle quali abbia attribuito la condizione di PES o PAV e siano in possesso delle necessarie qualità personali e professionali riguardanti, fra l’altro:

  • istruzione,
  • idoneità psico-fisica
  • curriculum professionale
  • comportamenti seguiti nello svolgimento dell’attività lavorativa

ATTENZIONE: le sole qualifiche di PES e PAV rilasciate dal datore di lavoro non abilitano i lavoratori a operare sotto tensione.

Le qualifiche sono però necessarie ai fini del riconoscimento di idoneità per lavori sotto tensione che lo stesso datore di lavoro può rilasciare.

Chi rilascia l’idoneità per lavori sotto tensione ai datori di lavoro e ai lavoratori autonomi?

Anche in questo caso si tratta di una autocertificazione, in quanto il documento di idoneità sarà intestato e firmato dalla medesima persona.

Il percorso da seguire per ottenere qualifica PES/PAV

Ecco  in cosa consiste il corso da seguire per ottenere qualifica PES/PAV e idoneità a lavorare sotto tensione in Bassa Tensione:

Cosa significano le sigle PEI e PID?

È possibile imbattersi in sigle diverse da quelle citate finora, ovvero PEI o PID. Entrambe queste sigle si riferiscono all’idoneità per eseguire lavori sotto tensione:

  • PEI, ovvero: PErsona Idonea
  • PID, ovvero: Persona IDonea.

NOTA: Queste sigle PEI e PID non hanno alcun riscontro all’interno dei testi delle normative già menzionate, ovvero della CEI 11-27 IV edizione e della CEI EN 50110-1.

Il concetto di idoneità a lavorare sotto tensione è di fondamentale importanza per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro, ma non è prevista una sigla dedicata a questa figura lavorativa.

Quale attestato ha più valore?

PES PAV e Idoneità a lavorare sotto tensione? PES PAV PEI? O PES PAV PID? 

Hanno assolutamente lo stesso ed identico valore, in quanto le sigle PEI e PID non sono menzionate dalle normative di riferimento.

Rappresentano degli acronimi per identificare la persona idonea a eseguire lavori sotto tensione, ma formalmente non costituiscono alcuna qualifica aggiuntiva.

Si tratta, presumibilmente, di sigle commercialmente utili a creare un upgrade della qualifica che però non corrisponde realmente a specifiche tecniche o competenze superiori.

La qualifica PES/PAV e l’Idoneità a lavorare sotto tensione necessitano di rinnovo?

No. La qualifica e l’idoneità che si ottengono tramite un corso specifico non prevedono un rinnovo a cadenza periodica, a differenza di altre qualifiche inerenti la sicurezza sul lavoro, le quali ai sensi del D.Lgs 81/08 necessitano di un rinnovo periodico.

UNA ULTIMA AVVERTENZA: Nel caso in cui la normativa di riferimento subisse delle modifiche o addirittura venisse sostituita, il tecnico dovrà adeguare le proprie competenze nel rispetto della normativa vigente.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *