News

Fedeltà al brand auto: quanto ci si affeziona alla marca della vettura?

Lettura stimata: 2 minuti

Fedeltà al brand auto: ma esiste davvero? Una recente indagine condotta da Findomestic svela il comportamento degli automobilisti nei confronti dei marchi dei veicoli.

Il sondaggio ha coinvolto 15 diversi Paesi nel mondo e circa 10.600 automobilisti.

La conclusione? Restare fedeli al marchio della prima automobile non è così scontato. Ecco perché.

Fedeltà al brand auto solo a parole? La tendenza è cambiare

Le interviste eseguite dall’Osservatorio Findomestic rivelano innanzitutto una contraddizione. Al quesito se si è fedeli al marchio dell’automobile, infatti, le risposte sono per la maggior parte affermative.

I fedeli al proprio brand auto sarebbero il 78% degli intervistati.

Nello specifico, ecco come si collocano alcuni Paesi nel grado di fedeltà:

  • Cina 98%
  • Portogallo 90%
  • Polonia 83%
  • Messico 82%
  • Germania 81%
  • Italia 80%

La domanda sull’ultima automobile acquistata, però, mostra una diversa tendenza.

Gli automobilisti, infatti, evidenziano una maggiore propensione al cambiamento, tradendo l’atteggiamento di fedeltà iniziale.

Solo il 34% dichiara di aver scelto il brand della precedente vettura!

In Italia, per esempio, il 26% afferma di aver optato per la stessa marca e in Polonia, Spagna e Portogallo le percentuali restano al 20% circa.

Prevale, quindi, la voglia di cambiare. Per quali motivi?

Offerta auto sempre più variegata

Le ragioni che inducono e stimolano gli automobilisti a cambiare sono, infatti, legate a un’offerta sempre più ampia.

Il settore automobilistico mostra grande vivacità, con modelli sempre nuovi per design, prestazioni, innovazioni tecnologiche applicate.

Proprio la curiosità di provare qualcosa di diverso ha un peso enorme sulla fedeltà al marchio. Più della motivazione economica!

  • Il 65% degli intervistati afferma che l’offerta così abbondante favorirebbe la voglia di acquistare un marchio nuovo.

Occorre sottolineare, infine, che le forme di mobilità urbana sostenibili, come car sharing e noleggio, influenzano le abitudini delle persone, sempre meno attratte dai brand automotive storici e più propense a scelte di praticità.

Fonte: 

Osservatorio Findomestic 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *