Auto Perizie

Errata lubrificazione turbina: detriti nel lubrificante (parte prima)

Lettura stimata: 3 minuti

Oggi proponiamo la prima delle due analisi effettuate su di un propulsore Renault F9Q.

Nello specifico l’officina lamentava un problema al gruppo turbocompressore che, pertanto, per primo è stato chiesto in perizia.

Si è quindi eseguito un controllo dal quale si evince quanto segue:

–          presenza di olio sulla girante/chiocciola dello scarico;

–          assenza di olio sulla girante/condotto di compressione;

–          girante di aspirazione con un parte di un’aletta rimossa;

–          eccessivo gioco radiale della girante, sia lato scarico che lato aspirazione;

–          eccessivo gioco assiale della girante;

–          foro presente sul tubo di scarico;

–          rondella di battuta della vite di fissaggio del tubo di mandata olio alla turbina con segni tali da addurre un errato montaggio dei componenti.

Proceduto alla scomposizione del gruppo si è riscontrato:

–          segni di interferenza della girante lato aspirazione con la chiocciola;

–          segni di errata lubrificazione sull’alberino;

–          segni di errata lubrificazione sia sulla boccola centrale che sui piatti di spallamento;

–          sedi fasce di tenuta olio aspirazione /scarico con gravi segni di errata lubrificazione;

–          segni di contatto tra la girante di scarico ed il parafiamma.

Esito dell’analisi

Dall’analisi dei componenti effettuata si evince un’ installazione non a regola d’arte dato il foro riscontrato sul tubo di scarico olio della turbina e la rondella del tubo di mandata deformata per eccessivo serraggio.

Il prolungato utilizzo del mezzo in condizioni non idonee ha fatto sì che la turbina fosse recapitata presso il centro perizie con seri danni (girante lato compressore con eccessiva usura per sfregamento e rottura parziale di un’ aletta; boccola ed albero fortemente usurati).

Sono evidenti e diffusi i segni di errata lubrificazione della parti dovuta a detriti presenti nell’ olio. Allo stato attuale, l’anomalia riscontrata sulla girante del compressore ( aletta distaccata) non è possibile comprendere se è il risultato dello strisciamento della girante sulla chiocciola oppure frutto di cause esterne quali impatto con corpi estranei in condizioni statiche.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *