Analisi tecniche

Centralina Organi della Trasmissione Mercedes-Benz

Lettura stimata: 4 minuti
Mercedes-Benz Classe A160 CDI - Connettore intermedio verso CAN-C - Riparando

Sempre più spesso quando ci si chiede quale vettura acquistare, ci si dimentica che la scelta si limita a pochi fattori, peraltro spesso di natura prettamente estetica.

Sicuramente sono pochi gli acquirenti che concentrano la loro analisi sulla componentistica. Pochissimi quelli che dedicano le loro attenzioni ai motori. Insomma, diciamolo, oggi è facilissimo acquistare un veicolo di un brand motorizzato con un motore sviluppato da un altro brand. Ecco solo alcuni dei più famosi esempi:

  • 1.3 Multijet fornito dal gruppo FIAT a vetture PSA, General Motors, FORD ecc.

Oppure in maniera analoga si pensi a quante vetture sono equipaggiate con motori Renault:

  • Un tempo solo Nissan, Dacia ma oggi anche Infiniti e Mercedes-Benz.

Proprio in merito al marchio tedesco, gli ultimi modelli di classe A, B, GLA e CLA (anche il furgone CITAN), nelle versioni meno potenti, sono dotate dell’arcinoto propulsore K9K.

Vale a dire il 1.5 dci di casa Renault, nella sua declinazioni più rispettose dell’ambiente, ovvero EURO5 e EURO6.

Dall’alto a sinistra in senso orario: GLA, Classe B, CLA e Classe A

GLA, Classe B, CLA e Classe A

Sulle vetture Mercedes-Benz tale motorizzazione assume la dicitura OM607.

La tabella riassume i modelli in oggetto:

Elenco modelli Mercedes-Benz con motore OM607 Riparando

Il sistema d’iniezione adottato se queste vetture è Continental SID307, a differenza delle versioni con motorizzazioni più potenti, come l’OM651, sul quale è installato un sistema d’iniezione marca Delphi.

L’immagine che segue mostra nel dettaglio l’ubicazione della centralina motore su vettura Classe A160 CDI. Si noti il dettaglio dell’etichetta della centralina stessa, recante il sistema d’iniezione.

Vano motore Mercedes-Benz Classe A160 CDI con dettaglio centralina motore Riparando

Una caratteristica distintiva delle motorizzazioni OM607 è la presenza di una centralina denominata “centralina organi della trasmissione”.

La centralina oltre a svolgere determinate funzioni che più avanti elencheremo, si occupa anche di fungere da interfaccia gateway tra centralina motore e resto del veicolo.

Per meglio dire, la centralina organi della trasmissione permette alla centralina motore di interfacciarsi con tutte le altre centraline a bordo veicolo.

È bene specificare che a bordo sono presenti molteplici reti CAN, quella che interessa la centralina motore, attraverso la suddetta centralina organi della trasmissione, è la rete denominata CAN-C (motore e trasmissione).

Senza allontanarci troppo dall’oggetto della presente analisi, diremo poi che dalla CAN-C, attraverso altre centraline facenti la funzione gateway, ci si collegherà alle altre reti CAN e quindi a tutte le altre centraline.

Si tenga presente che la configurazione può variare a seconda dell’allestimento. La schematizzazione seguente semplifica quanto appena esposto.

Schematizzazione connessione CAN centralina motore Riparando

L’ubicazione del succitato connettore intermedio verso CAN-C è mostrata in foto. Si trova sotto plancia, alla sinistra del volante.

Mercedes-Benz Classe A160 CDI, connettore intermedio verso CAN-C, ubicazione

Mercedes-Benz Classe A160 CDI - Connettore intermedio verso CAN-C - Riparando

Alcune altre funzioni che svolge la centralina di comando organi della trasmissione sono le seguenti:

  • Modulazione del carico dell’alternatore
  • Preriscaldamento carburante
  • Comando della saracinesca del radiatore
  • Funzione ECO start/stop
  • Raffreddamento olio cambio doppia frizione
  • Avviamento motore

La centralina di comando organi della trasmissione è ubicata alla sinistra del piantone dello sterzo ed è accessibile dal vano piedi lato guida.

Mercedes-Benz Classe A160 CDI, centralina organi della trasmissione, ubicazione e dettaglio

Mercedes-Benz Classe A160 CDI, centralina organi della trasmissione - Riparando

La presente trattazione è di carattere informativo. Data la complessità dell’argomento, per eventuali approfondimenti tecnici o per attività di individuazione guasti si invita ovviamente alla consultazione dei relativi schemi elettrici.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *