News

Dati immatricolazioni 2019: Marzo in calo per il mercato italiano

Lettura stimata: 3 minuti
Dati immatricolazioni 2019 - Anteprima

Dati immatricolazioni 2019: a Marzo il mercato auto in Italia ha fatto registrare un pesante calo. Scopriamo di più sui motivi di questa crisi.

A risentire maggiormente di questo crollo sono stati il diesel e il metano. Due brand nel settore, tuttavia, risultano in crescita in questi primi mesi dell’anno.

Dati immatricolazioni 2019: a Marzo -9,6% rispetto al 2018

Il dato di fatto è che le vendite auto in Italia sono in calo! Marzo 2019, rispetto lo scorso anno, evidenzia un -9,6%: tradotto, 194.428 veicoli in meno. In generale il primo trimestre dell’anno registra un calo del -6,5%.

Dati immatricolazioni 2019 - Anteprima

Tuttavia, anche in una situazione del genere c’è chi scende e c’è chi sale. Chi lo avrebbe mai detto qualche anno fa: le vetture alimentate a benzina si stanno lentamente prendendo la rivincita sulle loro cugine diesel.

Le rispettive quote di mercato sono ormai quasi appaiate. Infatti, in questo primo trimestre 2019 siamo a 43,9% per il diesel e 41,2% della benzina.

Ecco i dettagli di Marzo 2019:

  • -25,2% nelle immatricolazioni di auto a gasolio
  • +9,9% nelle immatricolazioni di auto a benzina

A dispetto di un calo vendite complessivo, crescono le quote di mercato anche di altre alimentazioni:

  • +35,1% per le auto ibride (quota 1,2% sul trimestre)
  • +42,1% per le auto elettriche (quota 5,3% sul trimestre)
  • +2,7% per le auto GPL (quota 6,6% sul trimestre)

Chi se la passa peggio di tutti però è il metano: ormai quasi scomparso dalla quota di mercato e dalle nostre strade: -39,3% e quota 1,2% sul trimestre.

Tra le possibili cause l’ecotassa

Dal 1° marzo 2019 le auto nuove immatricolate in Italia le cui emissioni di CO2 superano 161 g/Km sono soggette ad una tassa suddivisa in quattro fasce crescenti.

Motivo per cui più di qualcuno vede in questa tassa sulle emissioni (ecotassa) la causa principale del vertiginoso calo nel mercato auto.

Tuttavia, siamo ancora in un periodo di transizione per quanto riguarda le vendite e qualsiasi conclusione potrebbe risultare affrettata.

Tra i brand auto sorride Dacia

A Marzo sono stati solo sei i brand a larga diffusione ad aver chiuso in positivo. Tra tutti spicca Dacia!

Rispetto a marzo 2018 la casa rumena del Gruppo Renault ha registrato un +80,8%. Numeri notevoli!

Un dato straordinario, ma non è l’unico. Anche un brand italiano è in forte crescita: è il caso di Lancia con un +15,46%. Stessa cosa non si può dire di Alfa Romeo che vive un vero e proprio tracollo (-54,74%), seguita da Land Rover (-44,41%) e Nissan (-33,03%). Fiat, invece, si attesta sul -21,47%.

Una cosa è certa, alla velocità in cui il mondo automotive sta cambiando possiamo aspettarci di tutto nei prossimi mesi. Staremo a vedere.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *