Non categorizzato

Scarica precoce della batteria: FIAT Freemont

Lettura stimata: 4 minuti

L’introduzione di nuovi sistemi a bordo dei veicoli, con conseguente aumento del numero dei componenti elettrici ed elettronici, ha portato ad un sostanziale sviluppo delle batterie, in modo che queste potessero risultare performanti anche in condizioni di utilizzo sempre più gravose.

Il sistema che più di ogni altro ha messo a dura prova la durata delle batterie è stato l’ormai famosissimo Start & Stop; ovviamente, le vetture dotate di questa tecnologia dispongono di batterie rinforzate, adeguate a sostenere tale funzione, conosciute come “heavy-duty”, “EFB”, “AFB” o di batterie “AGM”.
Queste ultime si differenziano dalle batterie classiche ad acido libero e da quelle rinforzate perché le piastre non si trovano immerse in una soluzione acida (acido solforico H2SO4 + acqua H2O): l’acido contenuto nelle AGM è comunque liquido, ma non si trova più libero all’interno del monoblocco della batteria, bensì viene trattenuto in una particolare fibra di lana di vetro. È proprio questo componente in lana di vetro che migliora le prestazioni delle batterie AGM, in quanto riesce a conferire loro una maggiore compattezza strutturale ed a garantire il continuo contatto tra le piastre e l’acido.

Tra i vantaggi legati a questa tecnologia di accumulatori, ricordiamo:

  • Alto numero di cicli di carica/scarica;
  • Bassa autoscarica;
  • Alta velocità di ricarica.

La FIAT Freemont monta una variante particolare di batteria AGM, con prestazioni ancora migliori rispetto alle AGM a piastre piane: la OPTIMA ROSSA.

ubicaz batt

Figure 1-2: ubicazione batteria su FIAT Freemont Figure 1-2: ubicazione batteria su FIAT Freemont

Come si vede dalla foto, la batteria è posizionata nel vano motore, davanti alla ruota anteriore sinistra. Il fatto di non contenere acido libero consente alle batterie AGM (e quindi anche alle Optima) di poter essere posizionate anche in posti “scomodi”, in quanto l’acido non risente delle vibrazioni né dell’inclinazione che la batteria subisce.

Figura 3: Batteria OPTIMA su FIAT Freemont

Figura 3: Batteria OPTIMA su FIAT Freemont

La foto mostra che le 6 celle presenti all’interno della batteria hanno una forma particolare, cilindrica: grazie a questa configurazione degli elementi, detta “a spirale”, è possibile utilizzare un materiale “migliore” ed in quantità maggiore, quindi migliorare le prestazioni di questa batteria.

Nonostante i vantaggi sopra descritti a riguardo delle batterie AGM, anche questo tipo di accumulatori può soffrire a seguito di assorbimenti anomali. Un problema di questo genere è possibile riscontrarlo proprio sul SUV di casa FIAT, il Freemont: su questa vettura, la batteria si può scaricare precocemente a causa della lampadina presente nel cassetto portaoggetti posto sul lato passeggero.

La difettosità nasce dal fatto che lo sportello appena citato non chiude perfettamente: questa chiusura parziale non permette alla parte in plastica dello sportellino di premere l’interruttore e, quindi, di far spegnere la luce.

Figura 4: Interruttore lampadina sportello portaoggetti

Figura 4: Interruttore lampadina sportello portaoggetti

La problematica è stata riconosciuta da casa madre, la quale in una nota ufficiale comunica che i veicoli affetti da questa difettosità sono quelli che presentano la lettera “B” come decima cifra del VIN: per queste vetture, infatti, la battuta di chiusura non è correttamente registrata.

9 commenti
  1. Redazione
    Redazione dice:

    Ciao Giuseppe,

    quella che abbiamo descritto nell’articolo è la casistica principale riconosciuta anche da casa madre ma, naturalmente, non è l’unica 🙂

    Il consiglio dei nostri tecnici, pertanto, è di effettuare un controllo specifico e una diagnosi al fine di verificare le causa del malfunzionamento.

    Un saluto dalla Redazione 🙂

    Rispondi
  2. Matias Carriquiry
    Matias Carriquiry dice:

    Da ottobre ho questo problema della batteria, a dicembre cambio batteria dopo di cambiare l’alternatore, a gennaio tolgo la lampadina del portaoggetti, così via fino a febbraio staccano i motorini del sedile di guida, dopo di che per 4 mesi perfetta, a luglio ricominciamo a chiamare il carroatrezzi, staccano la centralina dei sensori de parcheggio, mi dicono de sicuro e questo perché la macchina era chiusa e hanno visto che se he acceso lo schermo como se avessero inserito la retromarcia, insomma la centralina era posseduta, attaccano nuovamente i motorini del sedile, io contento de che a la fine hanno trovato il problema, col cavolo 3 giorni e nuovamente giù, l’oficina Fiat me dice che non sano cosa fare, io propongo de mettere un interruttore che tolga la corrente a macchina spenta me dicono può andare bene portala a un elettrauto, portata dove me dicono loro, questi pensano de poter trovare il problema, ma niente provati tutti inmetodi, ma niente, non so più cosa fare, maledetta macchina

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve Matias,

      grazie per aver condiviso qui con noi la tua esperienza ma attualmente il nostro sito non offre un servizio di assistenza clienti. Ci dispiace per il tuo inconveniente, e ci auguriamo che il prossimo tecnico a cui ti rivolgerai possa risolvere quanto prima la problematica riscontrata.

      Un saluto dalla Redazione Riparando 🙂

      Rispondi
  3. ciro
    ciro dice:

    Salve a tutti,
    dopo circa sei anni mi ritrovo a sostituire la batteria e mi chiedono la modica cifra di 330euro.
    Perdonatemi se non è strettamente attinente, ma è un prezzo “normale”??

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Ciao Ciro, grazie per il tuo commento.

      Naturalmente comprenderai che le variabili in gioco per una lavorazione di questo tipo sono differenti e pertanto non sarebbe professionale esprimersi sul prezzo che ci sottoponi senza contestualizzare e dettagliare le voci di spesa del professionista che ti ha fornito il preventivo.

      Premesso ciò, possiamo però senz’altro dire che:

      – Innanzi tutto il ricambio di cui chiedi la sostituzione è tecnologicamente avanzato rispetto a ricambi analoghi (batteria AGM con celle a spirale).

      – La sua ubicazione e la relativa procedura di smontaggio è più lunga e complessa rispetto ad analoghe procedure attuabili su altre autovetture.

      Dopodiché, come potrai immaginare, un’ulteriore variabile è rappresentata dal costo del ricambio, in quanto il prezzo di un ricambio OE è in genere più alto di un ricambio IAM

      Un saluto dall Redazione Riparando 🙂

      Rispondi
      • Ciro
        Ciro dice:

        Mi scuso per l’inizi mancata chiarezza. Il prezzo è riferito al solo costo del ricambio. La mia officina di fiducia è riuscita a trovare un autoricambi che vende la batteria a 260€…

        Rispondi
        • Redazione
          Redazione dice:

          Ciao Ciro, trattandosi di una batteria più “evoluta” rispetto a quelle cui siamo abituati, i nostri tecnici confermano che effettivamente il ricambio OE può raggiungere tali prezzi.
          Un saluto dalla Redazione Riparando 🙂

          Rispondi
        • Vincenzo
          Vincenzo dice:

          Vai all’auto ricambi costa 200€ La cambi da te.
          Io con oggi è la 3^ batteria che cambio oggi ho staccato il cavo della famosa lampadina. Ora vediamo. Ne ho le scatole piene. Ora notavo che i porta lampada della targa sono crepati, tipo cotti come se si fossero surriscaldati, non vorrei che possa dipendere da quelli!

          Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *