Diagnosi auto Non categorizzato

Problematica Smart MHD

Lettura stimata: 5 minuti

La parola “microibrido” abbraccia ognuna delle diverse tipologie di impianti Start & Stop esistenti sul mercato, e proprio questo aspetto deve essere ben evidenziato: NON esiste un unico sistema Start & Stop! Esiste infatti il sistema classico, in cui la vettura arresta il motore nelle situazioni di sosta, e il sistema più evoluto, in cui alla funzione di Start & Stop si affianca anche il recupero energia in frenata. Il principio di base della tecnologia Start & Stop è sempre lo stesso, intorno al quale orbitano però delle varianti costruttive e delle strategie diversificate a seconda del costruttore. Ormai i sistemi Start & Stop vengono montati da ogni casa automobilistica, e ciascun costruttore sceglie di quale impianto dotarsi (Bosch, Denso, Valeo…).
Oggetto dell’attuale analisi è il sistema microibrido che equipaggia la vettura Smart mhd, targato Valeo e denominato St.A.R.S. (Starter Alternator Reversible System).
In questa vettura la funzione di spegnimento e riavvio del motore è affidata ad un sistema composto da un moto-alternatore, che svolge contemporaneamente la funzione di motorino d’avviamento e alternatore (Fig. 1).

Fig. 1 – Moto-alternatore sistema St.A.R.S.

A tal proposito mettiamo in evidenza fin da subito che la vettura non presenta un classico motorino d’avviamento: sia gli avviamenti automatici (funzione Start & Stop) che quelli manuali da chiave, sono effettuati dal gruppo moto-alternatore mediante cinghia. La coordinazione delle due modalità di funzionamento del moto-alternatore è affidata ad una “centralina del moto-avviamento” (Fig. 2)

Fig. 2 – Centralina del moto-avviamento su Smart mhd

Più in dettaglio: quando la vettura si trova a dover effettuare l’avviamento del motore, la centralina del moto-avviamento coordina le tre fasi necessarie per la generazione del campo magnetico statorico del moto-alternatore, questo sulla base di un sensore di posizione interno al moto-alternatore stesso che fornisce l’informazione sulla posizione del rotore, al fine di generare “in fase” le tre fasi del cablaggio di potenza.

Quando invece la vettura si trova in moto, la centralina del moto-avviamento si occupa di trasformare la tensione alternata generata dal moto-alternatore in tensione continua 12 V da inviare alla batteria attraverso il terminale B+.

In Fig. 3 è possibile notare l’andamento di due delle tre fasi generate dal moto-alternatore a veicolo in moto. Si noterà che non si tratta di tensione propriamente alternata, bensì pulsante.

Fig. 3 – Andamento delle tensioni in due dei tre cablaggi di potenza trifase

 

Le tre fasi presentano questo profilo sia che si tratti di ricarica, sia che si tratti di avviamento, e la costruzione del profilo di ogni fase viene eseguita sulla base di tre segnali che la centralina riceve sui pin D4, E4 e F4, secondo quanto raffigurato nello schema di Fig. 4.

Fig. 4 – Schema elettrico del moto-avviamento

 

La strategia della vettura prevede che se la centralina del moto avviamento non riceve tutti i segnali da questi tre pin, l’avviamento non può avvenire, sia che si tratti di avviamento manuale da chiave, sia che si tratti di avviamento automatico per la funzione Start & Stop.

Succede allora che un danneggiamento del connettore in questione, sul moto-alternatore, porti alla messa fuori uso del sistema, e alla totale impossibilità di avviare la vettura. In Fig. 5 viene mostrato il cablaggio in questione, ubicato direttamente sul moto-alternatore, nel vano motore posteriore.

Fig. 5 – Moto-alternatore St.A.R.S., danneggiamento del connettore di comunicazione con centralina del moto-avviamento

Dato che nel connettore in questione questo tipo di difettosità è frequente, può accadere molto spesso di trovarsi con la vettura in cui non è possibile la messa in moto.

Basta allora ripristinare il cablaggio e cancellare il codice guasto inevitabilmente apparso in diagnosi per far si che il sistema torni a funzionare correttamente.

In tal proposito è bene segnalare che, in sede di diagnosi, entrare in comunicazione con la centralina motore non è d’aiuto, dato che il sistema prevede la centralina del moto-avviamento separata da quella motore. Pertanto qualunque codice guasto relativo al sistema St.A.R.S. risulterà presente in centralina “moto-avviamento”

In particolare, quando si presenta il problema, i codici guasto rilevabili in diagnosi centralina moto-avviamento sono i seguenti:

  • “0A4B – Sensore posizione alternatore
  • “065C – L’alternatore è bloccato

L’ultimo errore in diagnosi si presenta anche quando si tenta la messa in moto con il connettore rotto.

6 commenti
  1. LUCIANOM
    LUCIANOM dice:

    Buongiorno,
    volevo ringraziarti per le info. Nello specifico ho avuto problemi con la mia smart, per ben due volte l’ho portata dal meccanico perchè non partiva. Prima mi avevano detto che poteva essere il sistema start&stop, e poi la batteria. Ma dopo aver verificato il computer non dava nessun errore.
    Navigando in internet ho letto il tuo post e ne ho parlato con il meccanico, e in effetti aveva uno dei 3 pin quasi staccato!
    Quindi ora la smart va bene e ci tenevo a ringraziarti!

    Rispondi
    • Mirko
      Mirko dice:

      Salve,

      A nome della redazione di Riparando, ti ringrazio per la segnalazione e ti esprimo soddisfazione per essere stati utili alla risoluzione del tuo problema.
      Continua a seguirci.

      Grazie
      Mirko

      Rispondi
  2. Simone
    Simone dice:

    Ho questo problema sulla mia smart mhd, ho acquistato il connettore nuovo Mercedes modificato leggermente più lungo. Montato a perfezione sui fili ma il problema è tra il terminale e la presa valeo… con le buche comunque mi si accende la spia arancione dell’s&s e devo aprire dietro e toccare lo spinotto.
    Sono costretto a cambiare alternatore o si può trovare una soluzione? L’attacco si può smontare dal volano?
    Grazie

    Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve Simone e grazie per il tuo commento. Dalla descrizione del problema che ci sottoponi non è possibile risalire all’effettiva causa del difetto senza visionare la vettura. Ti consigliamo pertanto di recarti presso un’officina di fiducia. Un saluto dalla Redazione 🙂

      Rispondi
    • Redazione
      Redazione dice:

      Ciao Manuel, grazie per averci scritto.
      Il cablaggio e il connettore menzionati nell’articolo si possono richiedere in casa madre. Ricordiamo che la stessa casa madre fornisce un cablaggio adeguatamente modificato per sopperire alla problematica citata.
      Un cordiale saluto dalla Redazione 🙂

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *