Non categorizzato

Giulietta 1.4 bi-fuel: scelta obbligata del tipo di alimentazione

Lettura stimata: 3 minuti

L’adesione da parte dell’Italia al Protocollo di Kyoto, un patto internazionale per la riduzione delle emissioni inquinanti, ha fatto sì che venissero stanziati dei fondi per incentivare l’acquisto di veicoli nuovi “rispettosi” dell’ambiente, ovvero che non superino alcuni valori stabiliti in merito ad emissioni nocive. In questo quadro trovano un posto privilegiato le auto elettriche e quelle ibride, ma anche quelle con doppio sistema di alimentazione, le cosiddette bi-fuel, riescono a collocarsi all’interno di questo panorama. In questo articolo, la nostra attenzione sarà puntata proprio su una vettura che dispone del doppio sistema di alimentazione benzina-GPL: l’Alfa Romeo Giulietta 1.4 16V Turbo Benzina GPL.

Può capitare che la vettura in questione assuma un comportamento particolare, ovvero durante la marcia rifiuti la commutazione da benzina a GPL o addirittura effettui l’esclusione del sistema GPL, tornando così spontaneamente all’alimentazione a benzina.

In corrispondenza del verificarsi di questa anomalia, si accenderà la spia MIL sul quadro strumenti; a questo punto, si dovrà eseguire la diagnosi tramite uno strumento in grado di svolgere questa funzione per scoprire dove si trova la causa del problema.

Lo strumento riporterà la presenza di uno o entrambi i seguenti codici guasto:

  • P0191 – sensore pressione GPL nel rail;
  • P1080 – sensore temperatura GPL nel rail.

La centralina dell’iniezione, non riscontrando i corretti parametri relativi a pressione e temperatura del GPL, andrà ad escludere questo sistema anche contro la volontà del guidatore, consentendo la sola alimentazione a benzina. In effetti, questa anomalia è legata proprio ad un malfunzionamento del sensore di pressione e temperatura posto sul gruppo degli elettroiniettori GPL, come riconosciuto da casa madre in un comunicato ufficiale, nel quale ha addirittura specificato i telai delle vetture colpite da questa difettosità.

Per risolvere tale problematica, condivisa anche dalla Alfa Mito dotata della stessa motorizzazione, la casa costruttrice fornisce una procedura di sostituzione specifica per ciascun tipo di veicolo. In merito alla vettura di cui si sta parlando, la Giulietta 1.4 Tjet GPL, i passaggi da seguire per effettuare la sostituzione del sensore in questione sono i seguenti:

  • Svuotare il tratto di circuito dal regolatore di pressione agli elettroiniettori GPL, rispettando le prescrizioni di sicurezza;
  • Rimuovere il coperchio insonorizzante dal motore;
Figura 1: Alfa Romeo Giulietta 1.4 Tjet GPL - Vano motore

Figura 1: Alfa Romeo Giulietta 1.4 Tjet GPL – Vano motore

  •  Scollegare il morsetto negativo della batteria;
  • Rimuovere la staffa di rinforzo del collettore di aspirazione;
  • Svitare le viti di fissaggio;
  • Rimuovere il sensore dal gruppo elettroiniettori;

 

Figura 2: Rail GPL

Figura 2: Rail GPL

 

 

Figura 3: Sensore pressione e temperatura rail GPL

Figura 3: Sensore pressione e temperatura rail GPL

  •  Sostituire il sensore di temperatura e pressione rimosso con un nuovo sensore;
  • Posizionare il nuovo sensore di temperatura e pressione in sede, avvitare le viti di fissaggio e serrare alla coppia prescritta di 0.8 daNm;
  • Rimontare la staffa di rinforzo del collettore di aspirazione;
  • Ricollegare il morsetto negativo della batteria;
  • Rimontare il coperchio insonorizzante sul motore;

ATTENZIONE: Procedere alla ricerca di eventuali fughe di GPL attenendosi scrupolosamente alle prescrizioni di sicurezza.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *