Non categorizzato

Errore sul sensore depressione del servofreno

Lettura stimata: 2 minuti

Lo Start & Stop è un nuovo sistema rivolto alla riduzione delle emissioni inquinanti, che permette l’arresto del motore quando ci sono le dovute condizioni e consente il riavvio non appena il guidatore intende riprendere la marcia.
Le condizioni per l’arresto del motore sono la frizione non azionata, il cambio in folle, uno stato di carica della batteria sufficientemente elevato e una depressione ai freni sufficiente.
Proprio questa ultima condizione ha bisogno di attenzione: infatti per assicurare in ogni situazione un livello di depressione adeguato, il servofreno è equipaggiato con un sensore di depressione collegato tramite un cavo dedicato.
Se la depressione ai freni è troppo bassa, la centralina riattiva il motore anche senza che il guidatore intervenga perché una depressione ai freni insufficiente può comportare rischi per la sicurezza in caso di frenata; poiché questa condizione potrebbe pregiudicare la sicurezza del veicolo e del suo guidatore nel momento in cui il sistema ha spento il motore, è presente sul servofreno il sensore appena descritto che, al di sotto di un certo valore, obbliga la centralina a rimettere in moto il motore, ristabilendo cosi nel servofreno la depressione necessaria a tener frenato il veicolo.
Il servofreno è un dispositivo che agisce sulla pompa del sistema frenante in maniera da moltiplicare la forza esercitata dal conducente durante una frenata. Attualmente si impiegano servofreni a depressione messi in collegamento da una parte con il collettore di aspirazione (nei motori a benzina) oppure con la pompa del vuoto (come accade per i motori diesel, od anche per i recentissimi motori benzina Multiair Fiat per via del loro innovativo sistema di gestione delle valvole), e dall’altra con l’atmosfera, creando così all’atto della frenata una differenza di pressione che determina uno spostamento della membrana interna al servofreno, permettendo un amplificazione dell’azione del guidatore sul freno: per misurare la depressione generata viene appunto impiegato il sensore di depressione servofreno.
Come per qualsiasi altro componente, anche il funzionamento di questo sensore viene costantemente monitorato dall’elettronica, ed un eventuale suo guasto può generare l’errore:
“P0555 – Sensore pressione servofreno”
Questa problematica può compromettere il corretto funzionamento del servofreno, ed inoltre non permette il corretto funzionamento del sistema Start & Stop.

2 commenti
    • Redazione
      Redazione dice:

      Salve e grazie la sua interessante osservazione. In caso di danno all’attuatore pneumatico del sistema VGT del turbo (detto in gergo “polmoncino”) non si ha lo stesso codice guasto perché la depressione che lo comanda viene modulata da un’apposita elettrovalvola, che quindi gestisce il vuoto inviato al polmoncino in maniera indipendente dalla porzione di circuito di depressione del servofreno. Inoltre, come specificato dai nostri tecnici, l’errore riportato nell’articolo è strettamente inerente a una problematica elettrica (cablaggio, rotture interna, ecc) specifica del sensore. Un cordiale saluto dalla Redazione.

      Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *