Tutorial

Mancato avviamento Renault Laguna II: Ecco come risolvere!

Lettura stimata: 4 minuti
Mancato avviamento Renault Laguna Anteprima

Mancato avviamento Renault Laguna II: segui le indicazioni dei nostri tecnici e risolvi velocemente la problematica!

Uscire di casa e prendere la macchina per raggiungere la propria meta è, senza ombra di dubbio, un’azione che si svolge pressoché tutti i giorni. Salire in auto e constatare che la vettura non parte rappresenta perciò uno spiacevole imprevisto che può comportare disagi più o meno gravi. Peggio ancora se, dopo aver regolarmente avviato il veicolo ed essere giunti a destinazione, ci si imbatte in un’avaria dell’auto che blocca il mezzo senza alcuna possibilità di ripartire.

In questo breve approfondimento tecnico esamineremo la situazione appena descritta, analizzando quanto accaduto su una Renault Laguna II station-wagon, equipaggiata con motore F9Q670 1.900 cc di cilindrata.

Mancato avviamento Renault Laguna II: da cosa potrebbe dipendere

La vettura non era in grado di ripartire, in quanto:

  • Il motore non girava,
  • Il motorino di avviamento non girava,
  • Il quadro strumenti non si accendeva.

Inoltre:

  • Lo strumento di diagnosi non riusciva a comunicare con nessuna centralina presente sulla vettura.

Tutte le verifiche che puoi anche evitare di fare

Visto le condizioni in cui si è manifestata la problematica, andare a controllare lo stato della batteria, l’efficienza dell’alternatore o verificare la presenza di assorbimenti anomali potrebbe risultare superfluo.

Infatti la vettura era rimasta ferma pochi minuti per una breve sosta e il motorino di avviamento non accennava nemmeno la rotazione. A questo si deve aggiungere che:

L’assenza di comunicazione con lo strumento diagnostico e la mancata accensione del quadro strumenti lascerebbero intendere che il problema possa risiedere in una alimentazione mancante, dovuta a un’interruzione del circuito elettrico. Oppure a un mancato consenso elettronico all’avviamento del veicolo.

Tutte le verifiche su cui dovrai concentrarti

Saltando perciò i controlli su batteria e alternatore, risulta fondamentale verificare che la chiave sia effettivamente riconosciuta dalla centralina.

La vettura dispone di una chiave elettronica, sotto forma di card, e non della più classica chiave metallica. 

Sostituire la card

Per prima cosa, perciò, si può provare ad accendere la macchina con un’altra card. Qualora questo tentativo risultasse vano, vorrebbe dire che il problema non risiede nel circuito elettronico della chiave ma che invece potrebbe trovarsi nel lettore della card o addirittura a valle di quest’ultimo.

Risulta perciò di fondamentale importanza verificare lo schema elettrico del lettore della chiave:

Si vede chiaramente che il lettore è collegato in maniera diretta e univoca al modulo UCH, la centralina che per Renault rappresenta il Body Computer.

È infatti questo modulo che gestisce la comunicazione tra le varie centraline della vettura, nonché verso la presa E-OBD, in quanto costituisce il nodo centrale della rete CAN.

Come illustrato in figura, una volta inserita la card, all’interno del lettore si chiude un circuito elettronico.

Tale circuito elettronico è responsabile di comunicare al modulo UCH l’autenticazione della chiave:

Risolvere Mancato avviamento Renault Laguna II - Riparando

 

Il messaggio viene inviato tramite un segnale elettrico (+12 Volt) che viaggia lungo il filo uscente dal pin 7 del connettore posto subito dietro al lettore stesso.

Qualora in uscita dal lettore, sul pin 7, non si dovessero riscontrare i 12 Volt, vorrebbe dire che internamente al lettore il circuito non si è chiuso o che la commutazione a livello elettronico non è andata a buon fine.

Ecco il motivo per cui il quadro strumenti non si accende

Privo di questo segnale, il modulo UCH non consente nessuna delle alimentazioni “sotto quadro” (+15), ed è proprio questo il motivo per cui il quadro strumenti non si accende anche a chiave inserita e lo strumento di diagnosi non riesce ad entrare in comunicazione con nessuna delle centraline installate sulla vettura.

Prima di sostituire il componente fai questa verifica!

Prima di sostituire il lettore della card, è opportuno verificare la continuità del cablaggio tra il lettore stesso (pin 7) e il modulo UCH (pin 1, connettore marrone).

A scanso di qualsiasi equivoco, per verificare che in presenza di questo segnale la vettura riattivi correttamente le sue funzioni, è opportuno fornire esternamente i 12 Volt al cavo arancione uscente dal pin 7 del lettore, in modo tale da scongiurare la presenza di altre anomalie.

In questo modo, nel caso in cui la macchina torni a funzionare correttamente, non resta altro che sostituire il lettore con un componente nuovo!

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *