News

Riforma bollo auto, attesi cambiamenti nel 2019

Lettura stimata: 3 minuti
Riforma bollo auto Anteprima Riparando

Riforma bollo auto: la famosa tassa di proprietà sul veicolo potrebbe subire dei cambiamenti nel 2019, anche se nulla è ancora certo. Scopriamo di cosa si tratta.

Il bollo auto è un argomento che non passa mai di moda. Tant’è che in Italia si continua a parlare di una sua possibile modifica o, addirittura, abolizione. Soprattutto dopo le ultime dichiarazioni del ministro dell’ambiente Sergio Costa.

Riforma bollo auto: in futuro due possibilità

Quella avanzata dal ministro Costa è, al momento, solo una proposta. Se dovesse diventare argomento di discussione in seno al Parlamento lo scopriremo solo in futuro.

Quello che è certo è che non si tratta dell’unica strada percorribile nell’ottica di una riforma bollo auto. Infatti, esiste anche un’altra linea di pensiero affine a quanto progettato dall’Unione europa (il bollo auto unico europeo).

Due filosofie molto diverse tra loro ma destinate a finire al centro di un acceso dibattito nei prossimi mesi.

Chi inquina di più, paga di più

È l’idea alla base della proposta del ministro dell’ambiente italiano. Ovvero, calcolare il bollo sulle emissioni di Co2 delle varie motorizzazioni.

Dal punto di vista ambientale segnerebbe una svolta. Tuttavia, anche una proposta del genere non è esente da critiche. Infatti, il rischio sarebbe quello di penalizzare chi usa poco l’auto e, dunque, non inquina di più rispetto a chi ha un mezzo più nuovo ma molto più utilizzato.

L’alternativa: chi guida di più, paga di più

In questo caso l’ipotesi è quella di addizionare la tassa sulle accise dei carburanti.

Scomparirebbe, dunque, la tassa annuale così come la conosciamo. Ogni automobilista pagherebbe semplicemente in base all’utilizzo che fa della propria vettura e i km percorsi.

A prima vista sembrerebbe essere una proporzione perfetta. Tuttavia, gli italiani potrebbero mal digerire un ulteriore aumento sul costo carburante, anche se questo significherebbe non pagare più il bollo annualmente.

Riforma bollo auto - Riparando

Per il momento, dunque, nessun cambiamento concreto. Ma il dibattito politico non tarderà ad entrare nel vivo.

Bollo auto e pace fiscale

Nel frattempo con la pace fiscale, contenuta nella legge di Bilancio 2019, viene effettuata un’importante sanatoria.

Le cartelle esattoriali di un valore fino a 1000 euro, riguardanti il mancato pagamento del bollo auto, verranno automaticamente annullate. A condizione che tali cartelle siano state notificate tra il 2000 e il 2010 (e non oltre).

Una volta stralciata la cartella, l’interessato riceverà una comunicazione telematica.

FONTI Bollo Auto 2019

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *