News

Parabrezza Apple con realtà aumentata per auto hi-tech

Lettura stimata: 2 minuti
Parabrezza Apple con realtà

Parabrezza Apple con realtà aumentata: finalmente è stato brevettato! Le prossime automobili potranno, quindi, essere dotate di un vero e proprio display interattivo. Scopri i dettagli.

Immagini e videochiamate mentre si guida

Le funzioni del sensazionale parabrezza appena brevettato sono davvero esclusive. Gli ingegneri di Cupertino, infatti, hanno elaborato un sofisticato sistema di interazione con chi è alla guida.

Secondo le indiscrezioni, il parabrezza hi-tech sarà in grado di:

– offrire informazioni in tempo reale su traffico e automobili;

– rilevare la direzione dello sguardo del conducente;

– captare lo stato emotivo di chi è alla guida e proiettare immagini rilassanti;

– effettuare videochiamate con FaceTime solo con veicolo fermo.

Il parabrezza, quindi, diventa interattivo e proietta immagini in base ai bisogni dell’automobilista. Sempre tenendo d’occhio, naturalmente, la sicurezza sulla strada.

Un’automobile piena di sensori

Per consentire il corretto funzionamento del parabrezza Apple con realtà aumentata, la vettura dovrà essere dotata di sensori.

In base al progetto della Mela Morsicata, infatti, sul veicolo verranno integrati:

  • sensori audio e video
  • dispositivi ad infrarosso
  • rilevatori di posizione

In questo modo le informazioni necessarie potranno essere catturate e trasformate in segnali visivi sul parabrezza!

Parabrezza Apple con realtà

Immagine esemplificativa

Parabrezza Apple con realtà aumentata: sarà davvero questo il futuro?

L’alta tecnologia del progetto può essere installata sia su vetture tradizionali che su automobili a guida autonoma. Non resta che capire quando entrerà nel mercato. Una cosa è sicura: quando accadrà, rivoluzionerà lo stile di guida di molti automobilisti e appassionati!

Il prossimo futuro del settore auto si preannuncia davvero ricco di interessanti novità.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *