News

Obbligo di rumore per auto elettriche dal 2019

Lettura stimata: 2 minuti

Obbligo di rumore per auto elettriche: questa l’ultima novità per il 2019! In nome della sicurezza per i pedoni, infatti, scatta la necessità di dotare questi veicoli sostenibili di segnalatori acustici. La normativa è Europea. Spieghiamo tutto qui sotto.

Obbligo di rumore auto elettriche per la sicurezza in città

I veicoli elettrici sono il futuro prossimo della mobilità, soprattutto quella cittadina. Il pregio della sostenibilità ambientale di queste automobili, però, si scontra con un difetto. Infatti, proprio la silenziosità delle vetture − caratteristica molto apprezzata per azzerare l’inquinamento acustico − viene considerata un problema.

La sicurezza per pedoni e ciclisti sarebbe compromessa dall’assenza di suoni provenienti dalla macchina in viaggio.

In questo modo è difficile per chi cammina a piedi o circola sulle due ruote individuare la vettura in arrivo. Di conseguenza, il passaggio di pedoni e ciclisti è messo a rischio.

Per ovviare a questo inconveniente legato alla sicurezza, la Commissione Economica per l’Europa delle Nazioni Unite ha adottato una nuova normativa, la UN 138.

In base a questa legge, dal luglio 2019 le vetture elettriche dovranno obbligatoriamente dotarsi di un dispositivo di allerta acustica. Il suono è fondamentale quando si viaggia a meno di 20km/h, poiché a questa velocità il movimento degli pneumatici su strada non è udibile.

Auto rumorose più sicure anche per non vedenti

La legge salvaguarda anche i pedoni non vedenti. Secondo una ricerca (fonte: Rnib), infatti:

  • Il 93% di intervistati con problemi alla vista, ammette di avere problemi a riconoscere veicoli a elettricità dal rumore emesso.

In più, le vetture elettriche hanno il 40% di probabilità di colpire i pedoni in strada.

Dal 2019, quindi, auto elettriche e ibride dovranno dotarsi di un dispositivo di allerta acustico.

Approfondisci con:

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *