News

Fiat 500 al MoMA di New York: in esposizione fino a maggio 2019

Lettura stimata: 2 minuti
Fiat 500 al MoMA - Anteprima Riparando

Fiat 500 al MoMA: il famoso museo di arte moderna di New York, ancora una volta, apre le porte al made in Italy.

Si chiama “The Value of Good Design” la mostra che nella sua collezione ospiterà la famosa citycar targata Fiat.

In esposizione fino a maggio 2019

All’interno del MoMA la mostra “The Value of Good Design” avrà luogo dal 10 febbraio al 27 maggio 2019.

Già l’anno scorso il museo decise di acquisire una Fiat 500 serie F da poter aggiungere, dunque, alla sua collezione esposta al pubblico. Una scelta perfettamente in linea con l’indirizzo artistico della mostra.

L’importanza del concept Good Design

The Value of Good Design racconta la storia del design industriale, utilizzato come strumento per la ricostruzione socio-economica e per il progresso tecnologico negli anni successivi alla Seconda Guerra Mondiale.

Una collezione raffinata quella del MoMA, nella quale appaiono oggetti caratterizzati da un design definito democratizzante.

Alla base del concept della mostra c’è l’idea di un design di qualità ma accessibile a tutti: dalle apparecchiature per la casa ed elettrodomestici, fino ad arrivare a ceramica, vetro, componenti elettronici, articoli sportivi, giocattoli e grafiche. Insomma, prodotti contemporanei dal design elegante e dal buon rapporto qualità-prezzo.

Un contesto nel quale la nostra Fiat 500 non poteva di certo mancare, un perfetto esempio in ambito automotive!

Fonte immagine: sito ufficiale Fiat

Fiat 500 al MoMA: design di qualità e funzionale

C’è da tenere conto che lo sviluppo di auto affidabili ed economiche, come la 500, è stato fondamentale per la motorizzazione del continente europeo del dopoguerra.

Progettata da Dante Giocosa, “la Cinquecento” fu lanciata nel 1957 come un’auto economica per la motorizzazione di massa. Una citycar compatta e con il motore sul retro che, nonostante le dimensioni esterne ridotte, riusciva ad accogliere ben quattro passeggeri al suo interno.

Il tettuccio in tessuto pieghevole di serie, inoltre, permetteva di risparmiare sull’utilizzo dell’acciaio e conferire, al tempo stesso, un tocco di classe alla vettura.

La Fiat 500, dunque, incarna molti dei tratti tipici del design modernista dell’epoca. In perfetta sintonia con i temi esplorati dalle collezioni esposte al MoMA.

Il modello in mostra a New York appartiene alla serie F, costruita tra il 1965 e il 1972.

Segui il link per maggiori dettagli.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *